Portato alla luce un quaderno inedito di Leopardi: la presentazione alla Biblioteca Nazionale di Napoli

Un corposo quadernetto inedito di Giacomo Leopardi, formato da trentotto fogli, sui quali il giovane autore al principio del 1817 annotò oltre cinquecentocinquanta segnalazioni bibliografiche, è stato portato alla luce e pubblicato da due studiosi Marcello Andria e Paola Zito.

Il libro Leopardi bibliografo dell’antico, sarà presentato mercoledì 31 gennaio alle 16,30 alla Biblioteca Nazionale di Napoli, da Maria Luisa Chirico, Matteo Palumbo, Vincenzo Trombetta e Fabiana Cacciapuoti, con il saluto del Direttore dell’Istituto, Francesco Mercurio. Le carte autografe descritte nel volume saranno per l’occasione esposte.

Il saggio rende nota una inedita lista autografa, conservata fra i manoscritti leopardiani della Biblioteca Nazionale, rimasta finora inedita. Si tratta di oltre cinquecentocinquanta segnalazioni bibliografiche, aggregate per ordine alfabetico, relative a titoli di autori antichi, tardoantichi e Padri della Chiesa. Leopardi passa scrupolosamente in rassegnai cataloghi degli editori, ma soprattutto le riviste letterarie, che informano la comunità delle lettere sulle più recenti novità e registra puntualmente nel quaderno i titoli selezionati, con l’intenzione di poterli acquistare o almeno consultare, spesso esprimendo commenti in latino sulla qualità delle edizioni e dei curatori. Un ambizioso e impegnativo ‘programma di studio’, dunque, un elenco dettagliato di strumenti di lavoro da utilizzare a largo raggio. Vi compaiono in totale trecentoquarantasette autori greco-latini elencati, fra i quali spiccano Omero e Cicerone, Platone e Virgilio, Aristotele e Orazio, Aristofane e Catullo, ma anche una pletora di autori tardo-antichi noti e meno noti.

Marcello Andria, ora direttore del Sistema Bibliotecario dell’Università di Salerno, e Paola Zito, docente di biblioteconomia e bibliografia all’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” per molti anni hanno lavorato ai manoscritti leopardiani della Biblioteca Nazionale. Entrambi, dagli anni ’80 in poi, hanno concentrato i loro interessi su inediti leopardiani relativi all’officina dello Zibaldone, a progetti incompiuti, a elenchi di libri, appunti di lettura.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Circolo Book & Tè, al via la settima edizione: tutti gli appuntamenti in programma

    • dal 25 ottobre 2018 al 11 aprile 2019
    • redazione Scrittura & Scritture
  • "Un cielo di Stelle" all'Osservatorio di Capodimonte: visita, lezione al Planetario e osservazioni astronomiche

    • 22 novembre 2018
    • INAF Osservatorio Astronomico di Capodimonte
  • Torna l'appuntamento con il salotto letterario "Poetè": il programma della decima edizione

    • Gratis
    • dal 25 ottobre 2018 al 31 maggio 2019
    • salotto del Chiaja Hotel De Charme (incontri letterari) - Casina Pompeiana (mostra dal 17 al 31 maggio)

I più visti

  • Da Hogwarts a Napoli: cena in stile "Harry Potter" al Castello De Vita

    • dal 23 al 25 novembre 2018
    • Castello de Vita
  • Klimt Experience: la mostra multimediale arriva a Napoli

    • dal 20 ottobre 2018 al 3 febbraio 2019
    • Basilica dello Spirito Santo
  • A Castel dell'Ovo la mostra "I De Filippo - Il mestiere in scena"

    • dal 28 ottobre 2018 al 24 marzo 2019
    • Castel Dell'Ovo
  • Il genio visionario di Escher in mostra al PAN

    • dal 1 novembre 2018 al 22 aprile 2019
    • PAN | Palazzo delle Arti di Napoli
Torna su
NapoliToday è in caricamento