Alberto Pizzo presenta dal vivo il suo album “Memories”

Lla Feltrinelli, Libri e Musica di piazza dei Martiri, giovedì 31 marzo alle 18 ospita ALBERTO PIZZO che presenta dal vivo l’album “MEMORIES”. Paris 2011 è nato in una fredda giornata parigina del 2011. Passeggiavo sulla Rive Gauche, che in quel periodo "vestiva un elegante abito natalizio" acquisendo un fascino che mi folgorava l'anima, e avevo da poco visto il film "Midnight in Paris" del grande Woody Allen. Immaginai di scrivere io la colonna sonora di questo strepitoso film.

My Secret è un brano nato grazie a mia moglie Yuki, che creava la sua melodia canticchiandola insistentemente per giorni. Mi piacque subito e decisi di renderlo pianistico, aggiungendoci del mio, pur lasciandolo quasi intatto nel tema principale. L'ho colorato con un pennello armonico e ritmico che ha reso la traccia più vicina ad un mondo "pop" molto singolare, differenziandola dalle altre composizioni del disco.

Kronos è frutto dell'incontro di più temi, uno dei quali del mio amico compositore Gianluca Fronda. Volevo che questo brano avesse un filo conduttore scandito dal frammento della mano sinistra. Kronos è stato magistralmente reso orchestrale dal Maestro Bacalov che ha cucito elegantemente queste diverse immagini tematiche.

Il viaggio dell'anima. Il titolo dice già tutto ma ancor più vorrei che lo facesse la musica che ho composto, immaginando la nostra anima e il viaggio che compie quando si separa dal corpo... Il suo percorso iniziale è strettamente legato al mondo ancor terreno , fatto di passioni e tumultuosi elementi . Poi si alleggerisce sempre più elevandosi nei vari strati atmosferici, fino a disciogliersi nella luce. Il tema che chiude il brano è volutamente Verdiano , geniale nel duetto finale di "Aida" che ha influenzato non poco la mia composizione.

Il Preludio n. 1 e il Preludio n. 2 li ho riletti immaginando di ricomporli nel 2016 a quattro mani con un mito della composizione per pianoforte , Chopin. Ho voluto che facessero da guida a un mio modo di pensare la musica oggi, senza troppi schemi o barriere che ghettizzino i vari stili. Mi sono permesso di aggiungere frammenti tematici, armonici, per poi fissarli come se fossero ricomposti da me e Chopin.

After the Rain è nato qualche anno fa. Ricordo che da subito immaginai una grande orchestra che eseguiva la mia musica con me al piano. Scrissi il tema immaginando la colonna sonora di un grande colossal hollywoodiano. Il brano rappresenta il passaggio dal sogno alla realtà, la quiete dopo la tempesta. Solo credendo in noi stessi possiamo rendere i sogni reali, ed è cosa ho vissuto per ora...Ho inciso il brano nello storico Studio 1 degli Abbey Road di Londra con la strepitosa LSO diretta da Bacalov.

Miyabi in giapponese significa “Eleganza” ed è una composizione nata di getto, ultimata davvero in brevissimo tempo. Ero in Giappone, a Kyoto precisamente , incantato, meravigliato da quei vicoletti essenziali contornati dal legno. La pioggia estiva e la magica nebbia mi facevano intravedere tra i giardini zen alcune fanciulle in kimono tradizionale… eleganza ed armonia assoluta. Miyabi!

Valentine's day l'ho scritto il 14 febbraio del 2015, il giorno in cui ho sposato Yuki. Tra tutti i brani ho voluto che questo avesse il linguaggio più improvvisativo, un tema semplice e lineare per sentirmi libero di giocare con la musica e i suoi stili senza troppe regole ed etichette .

Nostalgia è un brano che amo particolarmente. Qualche tempo fa ero in studio per registrare la colonna sonora di un corto metraggio, quando durante la pausa pranzo realizzai questa melodia. Chiesi cortesemente all'ingegnere di poterla incidere… Quest’anno l'ho poi rielaborata con il maestro Bacalov per pianoforte ed orchestra.

Ho scelto la Sonata K 87 di Domenico Scarlatti, compositore che adoro, nato a pochi centinaia di metri dalla mia casa partenopea ma ahimè qualche secolo prima... Considero le sue sonate un prato immenso di opportunità da dove partire per poi intraprendere un viaggio. Le sue partiture secondo il mio punto di vista sono da considerarsi come mappe geografiche per compiere viaggi musicali, per raggiungere la propria personale meta, unica ed irripetibile.

La scelta di incidere il Concerto n. 5 di Bach è semplicemente un dovere verso le mie radici, una gratitudine giornaliera che ho per la musica classica che da oltre trent'anni è parte inscindibile della mia vita. È il vero seme dal quale è nato il mio essere pianista e musicista, artista ribelle e non.

Nato a Napoli il 13 marzo 1980, Alberto Pizzo inizia a studiare pianoforte fin da giovanissimo, nel 2004 si diploma al Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli e partecipa a vari Concorsi pianistici Nazionali ed Internazionali. Nel 2006 consegue la Laurea di Secondo Livello in Pianoforte da Concerto, nello stesso Conservatorio di Napoli. Nel febbraio 2007, come pianista solista, esegue per Rai International le musiche per un programma su Vincenzo Bellini e nello stesso anno è autore ed esecutore di musiche per il programma GEO & GEO di RaiTre. Nel 2009 tiene un concerto in Giappone nella sede della Borsa di Tokyo, esibendosi sia da solista che accompagnando il soprano Yuki Sunami. Nel 2010 entra a fare parte degli artisti rappresentati dalla Palco Reale di Gianni Sergio.

Nel 2011 si trasferisce a New York, esibendosi nei locali jazz di Manhattan. Nel 2012 Alberto Pizzo realizza Funambulistper la Cinevox Record. Il disco contiene alcune rivisitazioni di celebri colonne sonore da Ennio Morricone a Goblin, brani della tradizione napoletana e inediti. Al cd partecipa come special guest il sassofonista Francesco Cafiso.

A novembre dello stesso anno, nell’ambito del Cabarete Jazz Festival conosce il chitarrista e produttore Fabrizio Sotti, con il quale co-produce On The Way. Partecipano al progetto discografico, registrato nella primavera del 2013 dal vivo al Bunker Studio’s di New York, oltre a Fabrizio Sotti, musicisti quali Mino Cinelu, Renzo Arbore, Toquinho e David Knopfler, con il quale realizza un brano inedito registrato a Londra nell’ottobre 2013: il titolo del brano è “This ship has sailed”, il testo è scritto e cantato da Knopfler, la musica è di Pizzo, che suona al piano con Martin Ditcham ( batterista dei Rolling Stones, Sade, Elton John), Pete Shaw (bassista anche degli U2), Harry Bogdanovs (chitarrista di Elthon John, Westernhagen, John Farnham).

Il 9 agosto 2013 Alberto Pizzo si esibisce al Festival di Ravello durante lo spettacolo “Canzoni dal Secolo Breve”, evento inaugurale della mostra “C.A. Bixio – Musica e parole nel ‘900 italiano” presentato da Pippo Baudo. Il 5 ottobre prende parte al Piano City Napoli, festival svoltosi con oltre cento concerti in due giorni a Napoli. Nel 2014 il tour promozionale di On The Way continua con vari concerti in Italia ed internazionali: l’8 maggio al Bellini di Napoli, dove Pizzo improvvisa insieme a Chick Corea, New York il 4 giugno all’Highline Ballroom come unico artista italiano per il Blue Note Jazz Festival, poi in Agosto con diversi concerti in Giappone. Il 4 settembre si esibisce a Ravello in un concerto di piano solo nell’ambito del Ravello Festival, mentre il 13 settembre per la 30ª edizione del Premio Sele d’Oro, con l’orchestra sinfonica diretta dal maestro Luis Bacalov. A novembre 2014 lavora come direttore musicale e pianista al Teatro Diana di Napoli, nello spettacolo “La sciantosa” con Serena Autieri. Il 12 gennaio 2015, al Teatro Diana di Napoli, è protagonista del nuovo progetto musicale “3 Piano Generations” (3 pianos on the stage) con Luis Bacalov e Danilo Rea.

A febbraio 2015 il suo brano “Mediterraneo” viene scelto e pubblicato dalla Sony Music in una raccolta dei migliori artisti esibitosi nell’anno 2014 sul Palco Smeraldo di Eataly di Milano. A marzo, ad Amburgo e’ “Official Artist Yamaha” e si apre così una prestigiosa collaborazione con il marchio piu’ imponente al mondo di pianoforti. Recente il suoi clamorosi successi negli eventi 3 PIANO GENERATIONS – 3 pianos on stage, tenutosi presso l’Auditorium del Porto Antico di Genova il 10 aprile suonando in trio con Luis Bacalov e Stefano Bollani e il 29 giugno al Teatro Romano di Spoleto nell’ambito del Festival dei 2Mondi in trio con Luis Bacalov e Rita Marcotulli . Fra i vari impegni dell’estate 2015 il concerto alla sala Edison di Milano nell’ambito di Piano City Milano, il ritorno in Giappone con un mini tour di tre concerti (Kurashiki 2 agosto Matsuyama 4 agosto, Tokyo 6 agosto) e il 15 agosto con il maestro Bacalov all’Ohrid Summer Festival a St. Sophia Church in Macedonia. Nel novembre 2015 Alberto è entrato a far parte della rosa degli artisti Sony Classical che lancerà il suo terzo album agli inizi del 2016.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Gigi Finizio in concerto al San Paolo

    • solo oggi
    • 6 giugno 2020
    • Stadio San Paolo
  • Paul McCartney in concerto in piazza del Plebiscito a Napoli

    • 10 giugno 2020
    • Piazza del Plebiscito

I più visti

  • A Capodimonte la mostra "Napoli, Napoli... di lava, porcellana e musica"

    • dal 22 settembre 2019 al 21 giugno 2020
    • Museo e Real Bosco di Capodimonte
  • San Carlo tra Opera, Concerti e Danza: il programma della stagione 2019 - 2020

    • dal 11 dicembre 2019 al 18 novembre 2020
    • Teatro San Carlo
  • Speciale tour alla scoperta del "Ventre di Napoli"

    • dal 27 novembre 2019 al 31 dicembre 2020
    • Punto d'incontro "Dolce e Amaro Caffè"
  • Gigi Finizio in concerto al San Paolo

    • solo oggi
    • 6 giugno 2020
    • Stadio San Paolo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento