Mariano Bellopede in “Di altri sguardi - Racconti dal mediterraneo”

Giovedì 31 marzo alle ore 22.00, presso Cellar Theory (Vico Acitillo, 58, Napoli), Mariano Bellopede torna a parlare di Di altri sguardi - Racconti dal mediterraneo, ultimo lavoro discografico del pianista e compositore napoletano, prodotto da POLOSUD, storica etichetta napoletana diretta da Ninni Pascale e dalla BANCO FACTORY, e lo fa attraverso la sua musica, in un concerto in cui sarà affiancato da Gigi Patierno ai fiati, Davide Esposito alla batteria e dal basso di Alessandro Anzalone. Il tutto, per la prima volta, associato visivamente alla mostra fotografica di Alessandro Bellopede, reporter di viaggi, che con il suo obiettivo ha ispirato il lavoro musicale del fratello.

Il disco fortemente ispirato va oltre la musica: ognuno dei dieci inediti di Bellopede guarda ad un evento della recente storia del Mediterraneo (dalla primavera araba ai viaggi di speranza, dai migranti ai racconti dei viaggiatori in barca a vela). Dopo due dischi all'attivo, incisi entrambi col progetto ViaggioInDuo, insieme al flautista Carmine Marigliano, Bellopede torna a far palare di sé con un progetto di più ampia formazione: ad un trio di base (formato dallo stesso Bellopede al pianoforte, Alex Anzalone al basso elettrico, acustico o contrabbasso e Davide Esposito alla batteria), si affiancano altri musicisti tra cui: Gigi Patierno ai fiati, Gino Evangelista all’oud, Federico Luongo alla chitarra elettrica, gli Ondanueve String Quartet e la voce di Alessio Arena, vincitore di Musicultura 2013 (anche autore del testo dell’unica canzone contenuta nell’album: UNA CANZONE BIANCA). Ad ogni brano, all’interno del booklet, è associato un piccolo testo (da una poesia di Nazim Hikmet o di Erri De Luca, ad un racconto di Gianluca Solera, da un articolo di Massimiliano Virgilio ad un’intervista di Simone Perotti di Progetto Mediterranea) che conduce ad un ascolto ancora più poetico.

Viaggi sonori, immaginifici. Luoghi che ho immortalato nel cuore, lontananze di cui ho sentito parlare al Porto di Algeciras, un uomo alto che aveva gli occhi neri. Mi parlava di altri sguardi, di incontri fatti in viaggio. E ancora la taverna del porto di Ceuta, dopo aver passato lo stretto di Gibilterra: i colori ed i suoni urlanti di amore per la terra e per il mare che li bagna, il Mediterraneo. Antico,vissuto, sfruttato e abusato, sporcato di nero, di rosso e di verde ma sempre vivo, più vivo di tutti gli oceani.. così vivo da far spavento per la quantità di culture diverse che ingloba.Per ognuno di questi posti mi ha ispirato una storia, un evento, in qualche caso fin troppo noto, in altri casi fin troppo intimo Per ogni storia un brano , dieci storie dal Mediterraneo. Mariano Bellopede

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • I Tre Tenori e i Grandi Mandolini Napoletani

    • dal 2 aprile al 21 dicembre 2019
    • Chiesa di Santa Maria della Colonna
  • Villa Pignatelli, grande musica per la Stagione dei Concerti 2019: il programma

    • dal 3 maggio al 24 novembre 2019
    • Villa Pignatelli
  • I Tre Tenori tra Arie d'Opera, Pucinella e canzoni napoletane

    • dal 25 aprile al 30 dicembre 2019
    • Complesso Monumentale Donnaregina

I più visti

  • #IoVadoAlMuseo: tutte le aperture gratuite del 2019 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli

    • Gratis
    • dal 3 marzo al 1 dicembre 2019
    • Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Mugnano, Sal Da Vinci in concerto gratuito per la festa del Sacro Cuore: il programma 2019

    • dal 17 al 26 ottobre 2019
    • Mugnano di Napoli
  • #iovadoalmuseo: le 20 aperture gratuite del 2019 al Parco Archeologico dei Campi Flegrei

    • Gratis
    • dal 3 marzo al 26 dicembre 2019
    • Parco Archeologico dei Campi Flegrei
  • I Tre Tenori e i Grandi Mandolini Napoletani

    • dal 2 aprile al 21 dicembre 2019
    • Chiesa di Santa Maria della Colonna
Torna su
NapoliToday è in caricamento