Al San Carlo torna in scena "Giselle" ed è dedicata a Elisabetta Terabust

  • Dove
    Teatro di San Carlo
    Via San Carlo, 98
  • Quando
    Dal 24/03/2018 al 28/03/2018
    Sabato 24 marzo ore 17.00 – ore 21.00 - Domenica 25 marzo ore 17.00 - Martedì 27 marzo ore 20.00 - Mercoledì 28 marzo ore 18.00
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni
    Sito web
    teatrosancarlo.it
Giselle_foto Francesco Squeglia

Torna in scena da sabato 24 marzo Giselle con la coreografia di Anna Razzi. Punta di diamante dell’allestimento sancarliano Marianela Nuñez nel ruolo della protagonista. Argentina trapiantata a Londra, stella del Royal Ballet che la ha accolta 20 anni fa e di cui oggi è imprescindibile punto di riferimento, Marianela Nuñez è fra le più apprezzate ballerine della sena internazionale amata non solo per il virtuosismo e la tecnica solidissima, ma anche per le sue capacità interpretative. Accanto a lei nel ruolo di Albrecht Vladislav Lantratov, talento dalla spiccata personalità, principal del Bolshoi di Mosca. Nel corso delle repliche ad interpretare il ruolo di Giselle anche Claudia D'Antonio e Anna Chiara Amirante del corpo di ballo del San Carlo mentre nel ruolo di Albrecht danzerà il primo ballerino della Wiener Staatsballet Denys Cherevychko. Sul podio dell’orchestra del Massimo napoletano ci sarà David Garforth.

Assolutamente classica e legata alla tradizione la coreografia di Anna Razzi.  “Sono particolarmente affezionata a questo ruolo – afferma l’étoile - che ho avuto modo di danzare alla Scala, poi a New York con Nureyev, al San Carlo, al Teatro Verdi di Trieste, al Petruzzelli di Bari e in Belgio con le Ballet Royal di Wallonie. Credo che Giselle, nonostante gli anni e le numerose rivisitazioni, resti e resterà sempre un balletto di grande fascino”.

Giselle sarà dedicata a Elisabetta Terabust, recentemente scomparsa. “La danza e i corpi di ballo italiani sono immensamente riconoscenti alla Signora Terabust – afferma il direttore del corpo di ballo Giuseppe Picone – perché ha dato tanto a tutti noi. È stata una personalità straordinaria e una Giselle indimenticabile, che ha segnato profondamente con la sua grande arte la storia della danza italiana”.

Argentina, Marianela Nuñez è étoile del Royal Ballet di Londra. È entrata a far parte della Royal Ballet Upper School nel 1997 e della Compagnia nel 1998, promossa come prima ballerina nel 2000 e étoile nel 2002, all’età di vent’anni. Ha interpretato tutti i ruoli principali del repertorio classico, drammatico e contemporaneo, in opere di Frederick Ashton, George Balanchine, John Cranko, William Forsythe, Jiří Kylián, Kenneth MacMillan, Wayne McGregor, Ashley Page, Jerome Robbins, Liam Scarlett, Glen Tetley, Will Tuckett, Antony Tudor e Christopher Wheeldon. Nuñez è nata a Buenos Aires e ha iniziato a danzare all’età di tre anni. All’età di sei anni ha iniziato lo studio della danza alla scuola di ballo del Teatro Colón per poi entrare a far parte della compagnia a soli 14 anni. Ha interpretato ruoli da solista ed è stata in tournée internazionale, sia con la Compagnia che come artista ospite con Maximiliano Guerra. Tra i riconoscimenti che la Nuñez si è aggiudicata nel corso della sua brillante carriera si ricordano il premio come Miglior ballerina ai Critics 'Circle National Dance Awards 2005 e 2012, Konex de Platino nel 2009 e il María Ruanova Award nel 2011. Ha ricevuto il premio Olivier 2013 per le sue esibizioni in Viscera e nei ruoli ideati per lei in Aeternum e Diana and Actaeon (Metamorphosis: Titian 2012). È regolarmente ospite di compagnie come quella del Teatro dell’Opera di Vienna, American Ballet Theatre, Teatro alla Scala di Milano, Ballet Estable del Teatro Colón, Balletto Argentino de La Plata e Australian Ballet, e nei principali gala di danza al mondo.

DETTAGLI:

GISELLE

Balletto  in due atti

Libretto di Théophile Gautier e Jules-Henri Vernoy de Saint-Georges

Musica di Adolphe Adam


Direttore | David Garforth
Coreografia originale | Anna Razzi

Interpreti

Giselle, Marianela Nuñez (24 marzo spettacolo delle 21, 25 marzo) / Claudia D'Antonio (24 marzo spettacolo delle 17, 27 marzo) / Anna Chiara Amirante (28 marzo)
Albrecht, Vladislav Lantratov (24 marzo spettacolo delle 21, 25 marzo) / Denys Cherevychko (24 marzo spettacolo delle 17, 27 e 28 marzo)
Hilarion, Ertugrel Gjoni (24 marzo spettacolo delle 21, 25 e 27 marzo) / Stanislao Capissi (24 marzo spettacolo delle 17) / Gianluca Nunziata (28 marzo)
Myrtha, Luisa Ieluzzi (24 marzo spettacolo delle 21, 25 e 28 marzo) / Martina Affaticato (27 marzo)

Allestimento del Teatro di San Carlo

Orchestra, Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo
 

Sabato 24 marzo 2018, ore 17.00 –  // ore 21.00 - Domenica 25 marzo 2018, ore 17.00 - Martedì 27 marzo 2017, ore 20.00 - Mercoledì 28 marzo 2018, ore 18.00 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Ridere 2019: Festival del Teatro Comico, Musica e Cabaret al Maschio Angioino

    • dal 9 agosto al 25 settembre 2019
    • Cortile del Maschio Angioino
  • I Luoghi delle Fiabe: laboratori, teatro e giochi per tutta la famiglia

    • dal 15 luglio al 7 settembre 2019
    • Giardino di Re Ladislao, Complesso monumentale dell’Annunziata, Spazio Comunale Piazza Forcella
  • La grande opera lirica arriva al Teatro Romano di Benevento

    • dal 11 agosto al 7 settembre 2019
    • Teatro Romano di Benevento

I più visti

  • Sogno d'Amore, a Napoli la mostra di Marc Chagall

    • dal 15 febbraio al 8 settembre 2019
    • Basilica della Pietrasanta – Lapis Museum
  • #IoVadoAlMuseo: tutte le aperture gratuite del 2019 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli

    • Gratis
    • dal 3 marzo al 1 dicembre 2019
    • Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Estate a Napoli 2019: tutti gli eventi in programma al Maschio Angioino

    • dal 28 giugno al 30 settembre 2019
    • Maschio Angioino
  • Estate di gusto a Napoli tra sagre, festival e appuntamenti enogastronomici

    • dal 27 giugno al 8 settembre 2019
    • Napoli e provincia
Torna su
NapoliToday è in caricamento