Francesco Di Bella presenta "Nuova Gianturco" in full band

Ricominciano anche per il 2017 gli appuntamenti con la musica live allo Scugnizzo Liberato targati NaDir: inauguriamo l’anno nuovo il 7 gennaio con un appuntamento speciale che segna anche l’inizio degli eventi che a cadenza mensile scandiranno l’avvicinamento alla terza edizione del NaDir Festival, la presentazione ufficiale a Napoli del nuovo album di Francesco Di Bella, “Nuova Gianturco”.

Per la prima volta l’ex leader dei 24 Grana porta in città, dopo le date a Roma e Milano, un concerto che lo vedrà affiancata alla sua band al completo (Alfonso "Fofò" Bruno alla chitarra, Alessandro Innaro al basso, Cristiano "Defa" de Fabritiis alla batteria e Andrea "Fish" Pesce alle tastiere) con una scaletta incentrata sul suo nuovo lavoro, il primo  della sua carriera solista composto interamente da brani inediti, ma che non tralascerà i classici della sua produzione con lo storico gruppo napoletano. Questa importante data rappresenta per Francesco un ritorno allo Scugnizzo Liberato, dopo che il 30 settembre si era esibito chitarra e voce davanti ad un numeroso pubblico in occasione della festa organizzata dagli attivisti per celebrare il primo anno dell’esperienza di riqualificazione e trasformazione dell’ex carcere minorile Filangieri (Salita Pontecorvo, numero 46) in laboratorio dedicato ad attività mutualistiche e di natura sociale e culturale.

Partito dal giro dei centri sociali napoletani, in particolare Officina 99 a Gianturco, a cavallo fra gli anni ‘90 e ‘00 insieme ai 24 Grana Francesco porta la musica e la lingua napoletana in tutta Italia grazie alla rivoluzionaria ibridazione con sonorità rock, reggae ed elettroniche che caratterizza gli indimenticabili e seminali album Loop, Metaversus e K Album.

Conclusa l’esperienza con i 24 Grana, al fianco di Fofò Bruno Francesco dà vita a un nuovo progetto, “Ballads Cafè”, che presenta i pezzi scritti con la vecchia band in una veste nuova, più intima ed a vocazione acustica. Dopo anni di concerti in giro per il paese, arriva il primo disco di inediti, “Nuova Gianturco; un album che parte dalla periferia di Napoli, dove Francesco è cresciuto culturalmente e di cui ha vissuto la lotta e il tentativo di rinascita attraverso l’impegno di associazioni, attivisti e comitati, per arrivare a quelle quelle di tutto il mondo, attraverso la narrazione delle storie dei suoi abitanti, soggetti alla disumanizzazione della nostra società o in fuga dalla guerra e dalla miseria. Con Francesco in studio, oltre ai suoi collaboratori stretti anche Daniele Sinigallia alla produzione ed alcuni ospiti d’eccezione: il bassista dei Fugazi Joe Lally, i 99 Posse (su “Aziz”, secondo singolo del disco), Neffa (su “Progetto”), Dario Sansone dei Foja e Gnut (“Briganti se more”, cover dei Musicanova). Dopo tre mesi di ottimo riscontro da parte della critica di settore e del pubblico, per la prima volta “Nuova Gianturco” arriva a Napoli in un imperdibile concerto con la formazione al completo, nella suggestiva cornice dello Scugnizzo Liberato. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Jimmy Sax live al Palapartenope

    • 24 aprile 2020
    • Palapartenope
  • Gigi D’Alessio in concerto: fan protagonisti, potranno richiedere i brani da suonare

    • dal 29 aprile al 1 maggio 2020
    • teatro Augusteo

I più visti

  • Cento grandi lupi invadono piazza Municipio: è la monumentale installazione di Liu Ruowang

    • dal 14 novembre 2019 al 31 maggio 2020
    • Piazza Municipio e zona antistante Castel Nuovo (Maschio Angioino)
  • Teatro Bellini, tutti gli spettacoli della stagione 2019 - 2020

    • dal 11 ottobre 2019 al 17 maggio 2020
    • Teatro Bellini e Piccolo Bellini
  • Teatro Troisi, presentata la nuova stagione artistica

    • dal 10 ottobre 2019 al 26 aprile 2020
    • Teatro Troisi
  • Teatro Augusteo, spettacoli e concerti della stagione 2019/2020

    • dal 25 ottobre 2019 al 26 aprile 2020
    • Teatro Augusteo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento