Festa di San Valentino, antichi amori al Museo archeologico di Napoli

Il complesso statuario del Toro Farnese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

La Società Coopculture, concessionaria del servizio didattico, organizza per venerdì 14 febbraio, alle ore 16.20, una visita tematica gratuita con lettura di testi antichi in italiano alle opere d'arte del Museo Archeologico Nazionale di Napoli ispirate al tema dell'amore. L'iniziativa si svolge in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli.

I visitatori saranno accompagnati da un operatore didattico tra le sale del Museo Archeologico di Napoli alla scoperta delle più importanti opere artistiche dell'antichità. La statua di Apollo in basanite, di Eros tipo Centocelle, Ercole Farnese, del Toro Farnese, dell'Antinoo Farnese, il rilievo di Orfeo ed Euridice e gli affreschi di Paride ed Elena, Medea, Fedra e la nutrice, Teseo e Arianna, Didone abbandonata e Ares e Afrodite, provenienti dagli Scavi archeologici di Pompei, saranno "interpretati" alla luce della lettura dei brani dei principali autori dell'antichità sull'amore: Apuleio, Igino, Lucrezio, Ovidio, Seneca e Virgilio.

Una grande occasione per raccontare di amori dovuti, possibili e proibiti.

L'iniziativa rientra nel programma di eventi "La Notte degli innamorati di Napoli", promossa dal Comune di Napoli in occasione della festa di San Valentino. La visita è compresa gratuitamente nel costo del biglietto di ingresso al Museo Archeologico di Napoli.

Prenotazione consigliata: 848.800.288. Da cellulari e dall'estero: +39 06.39967250.

Torna su
NapoliToday è in caricamento