"I Bastardi di Pizzofalcone", de Giovanni: "Abitiamo in una città di immensa bellezza"

"Non racconto nessuna Napoli, faccio narrativa. Non è colpa mia se i personaggi, per caso, per scelta o per fortuna, attraversano qualche bel panorama o passano davanti alla facciata di qualche meraviglioso palazzo. Non è colpa mia o loro, se abitiamo in una città capace di tanta immensa bellezza"

Maurizio de Giovanni

Grandissimo successo per la serie Tv "I Bastardi di Pizzofalcone" tratta dai romanzi di Maurizio de Giovanni. La fiction, con protagonisti Alessandro Gassmann, Massimiliano Gallo e Carolina Crescentini, ha tenuto incollati al piccolo schermo quasi 7 milioni di telespettatori per due giorni di fila.

La serie è interamente ambientata a Napoli, proprio come i best seller di de Giovanni. Una location mozzafiato, perché la città è così: mozzafiato. E proprio sulla rappresentazione della città (nei suoi libri, prima ancora che nella fiction), l'autore è intervenuto oggi con un bellissimo post su Facebook, cercando di chiarire un punto importante: che la "sua" non è una Napoli "antiqualcosa".

"Io - scrive de Giovanni - non racconto nessuna Napoli. Raccontare una città, cercare l'assurda impresa di penetrarne l'intima essenza, catturarne il DNA, stabilirne l'ineluttabile destino è materia di sociologi, psicologi di massa, storici, politici, religiosi, musicologi. Saggisti, insomma. Io faccio narrativa".

"Racconto storie - spiega ancora l'autore  - ambientate a Napoli. Storie di personaggi inventati, attraverso i quali non voglio lanciare alcun messaggio etico, non voglio indicare alcuna strada, non voglio parteggiare per nessuno in nessuna polemica. Racconto storie, sperando di fornire a qualche lettore (o a qualche telespettatore, adesso) qualche ora di immedesimazione in qualche altra vita. La narrativa è solo questo. Se poi qualcuno sente nascere dentro di sé qualche riflessione o qualche sentimento, tanto meglio o tanto peggio per lui.
E una volta per tutte: non è colpa mia se i personaggi, per caso, per scelta o per fortuna, attraversano qualche bel panorama o passano davanti alla facciata di qualche meraviglioso palazzo. Non è colpa mia o loro, se abitiamo in una città capace di tanta immensa bellezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Lutto per l'attore Alessandro Preziosi, è morto il padre Massimo

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

  • Ancelotti rompe il silenzio, il messaggio sui social dopo l'esonero

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Ibra e Torreira i principali obiettivi per gennaio?

  • Napoli, Gattuso vivrà a Posillipo nella casa che fu di Lavezzi

Torna su
NapoliToday è in caricamento