L'Amerigo Vespucci, la nave più bella del mondo, torna a Napoli

La storica nave scuola, che fu varata nel febbraio 1931 a Castellammare di Stabia, sarà visitabile nel porto napoletano dal 27 giugno al 2 luglio

L'Amerigo Vespucci torna a Napoli. La storica nave scuola sarà ormeggiata nel porto di Napoli dal 27 giugno al 2 luglio e sarà dunque possibile visitare la perla della Marina Militare italiana definita la nave più bella del mondo. La nave, che sta attraversando tutta l'Italia, è ambasciatrice di Roma 2024, il Comitato che sta lottando per portare le Olimpiadi in Italia. Dopo la campagna la Vespucci continuerà a perorare la causa delle Olimpiadi a Roma anche nei viaggi nel nord Europa.

LA SUA STORIA - L'Amerigo Vespucci, varata il 22 Febbraio 1931 a Castellammare di Stabia, è stata sempre usata, tranne le 1940 a causa degli eventi bellici, per l'addestramento degli allievi ufficiali dell'Accademia di Livorno, ma anche del Collegio Navale, ora Scuola Navale Militare "Francesco Morosini". Lunga 101 metri, è larga 15,5, con un pescaggio di 7,3 metri e un dislocamento di circa 4000 tonnellate.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Delitto Materazzo, dalla Spagna arriva l'ok all'estradizione di Luca

  • Cronaca

    Donna precipita dal balcone, si sospetta dei figli: l'accusa è tentato omicidio

  • Cronaca

    Tragedia sulla Statale 7bis in direzione Nola: c'è una vittima

  • Cronaca

    Niente processo per Maradona e l'avvocato Pisani: non diffamarono Equitalia

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 22 al 26 gennaio 2018

  • Paura sulla Tangenziale, fatta evacuare la galleria: auto esplosa

  • Luca Abete come Brumotti: “Aggrediti a Secondigliano”

  • Calciomercato Napoli gennaio 2018: trattative, acquisti, cessioni

  • Un Posto al Sole, anticipazioni giorno per giorno dal 15 al 19 gennaio 2018

  • Da Gomorra al kolossal Britannia: Fortunato Cerlino "rinasce" su Sky

Torna su
NapoliToday è in caricamento