Conferenza sui misteri di Atlantide: ATLANTIDE, MITO O REALTA'?

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Quali sono i segreti reconditi dei maestosi colonnati e delle piramidi ritrovate sui fondali dell’Oceano Atlantico e nel Triangolo delle Bermuda? 

Chi li ha collocati a quelle profondità. E perché? 

Da dove vengono quei reperti monumentali giganteschi, inimmaginabili per la nostra cultura?
Piramidi sottomarine di dimensioni superiori a quelle di Giza. 
Cosa ci vuol  trasmettere la straordinaria Teosofa Madame H.P. Blawasky riferendosi ad Atlantide? 
E Platone nel “Timeo e Krizia”?
E la Bibbia con il “Diluvio Universale?” 
Quali scenari si aprirebbero se tutto ciò fosse vero? 

A tutte queste domande si proverà a rispondere nel simposio del prossimo 20 novembre, intitolato “ATLANTIDE: MITO O REALTA’?”, che si terrà in Via Luca Giordano 73, al Vomero (prenotazione obbligatoria (TEL. 081.19183943 - 338.8798211) organizzato da AGEAC - ASSOCIAZIONE GEOFILOSOFICA DI STUDI ANTROPOLOGICI E CULTURALI - che intende portare l’attenzione del ricercatore fuori da ogni luogo comune o discorso stereotipato, sorprendendo con documentate rivelazioni storiche, sempre ignorate, e per gli stimoli sapienziali che verranno proposti.  

Nel corso della conferenza pubblica saranno affrontati diversi temi: 

Cosa si nasconde dietro i ritrovamenti dell’archeologo Paul Schliemann già iniziati da suo nonno Heinrich (morto a Napoli nel 1880) che portò alla luce i resti di Micene e di Troia? 
In un memoriale del 1873 H. Schliemann descrive il ritrovamento di un vaso del Tesoro di Priamo ove era riportato, in caratteri Fenici, “Del Re Cronos di Atlantide”.

Suo nipote Paul parla di un altro reperto, una moneta di un metallo prezioso e  rarissimo, “l’Orichalcum” con inciso “Proveniente dal Tempio dei Muri Trasparenti”? 
Come mai non viene dato risalto, all’ammissione da parte di Charles Darwin (1859 – L’Origine della Specie), dell’esistenza dell’antica Lemuria, continente antecedente lo stesso Atlantide, e alla sua solenne dichiarazione, in punto di morte, di non esser riuscito a trovare l’anello di congiunzione che giustifichi le sue teorie sulla discendenza dell’uomo dalla scimmia? 
•    Siamo veramente figli delle scimmie?
•    Perché la scienza afferma di accettare “per vero” solo ciò che è inconfutabilmente dimostrabile, e poi fa suo ciò che mai lo è stato: le tesi Darwiniste?
•    Perché non vengono diffuse le scoperte e i ritrovamenti dell’Istituto Smithsoniano effettuate tra il 1856 ed i primi del ‘900?

Seguirà, da martedì 24 novembre 2015, sempre in Via Luca Giordano, 73 ore 20.30, con cadenza settimanale, un corso su svariati temi  assolutamente inediti, tra i quali: 

la Quarta Dimensione, le Scienze Oniriche, l’Alchimia, gli Arcani della Sapienza Egizia, la Cabala, i Fattori della Schiavitù Psicologica, l’Universo della Mente, la Legge di Causa ed Effetto, Meditazione Trascendentale, il Suono e i Chakra, etc..
 
Visti i limitati posti disponibili, la prenotazione è obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni: Centro Ageac Napoli tel. 081.19183943  cell. 338.8798211 

Ageac Napoli
Ufficio Stampa 333/4757126
 
 

Torna su
NapoliToday è in caricamento