Concerto dell’Epifania, torna il tradizionale appuntamento musicale al teatro Mediterraneo

Il tema della colonna sonora di Schindler’s list eseguito su un violino che fece parte di uno dei molteplici gruppi musicali del campo di concentramento di Birkenau ad Auschwitz: sarà questo il momento più intenso e significativo del XXIV Concerto dell’Epifania, il tradizionale appuntamento musicale in programma venerdì 4 gennaio alle ore 20.30 45 al Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare di Napoli, per essere poi trasmesso domenica 6 gennaio alle ore 9.35 su Rai Uno.

Proveniente dal Museo Civico di Cremona e reso disponibile dalla sensibilità di Carlo Alberto Carutti, la violinista ALESSANDRA SONIA ROMANO farà vibrare le corde dell’antico strumento, che la giovane Eva Maria Levi il 6 dicembre 1943 portò via con sé nel suo viaggio senza ritorno dal binario 21 della Stazione centrale di Milano al campo di concentramento e recuperato dal fratello Enzo che fu fra i 5 sopravvissuti, su 243 deportati del suo convoglio.
Questo a memoria del secolo scorso, oggi così attuale dinanzi alla diffusione di nuovi razzismi, rappresenterà il simbolo e la sintesi di un’edizione ispirata al messaggio inviato da Papa Francesco in occasione della 52. ma Giornata mondiale della pace. 
<<Abbiamo fatta nostra la convinzione ed il monito del Santo Padre che la pace si radichi sul RISPETTO di ogni persona, qualunque sia la sua storia, sul rispetto del diritto e del bene comune, poiché necessita della visione di un grande progetto politico fondato sulla responsabilità reciproca>> ha dichiarato Giuseppe Reale, presidente dell’Associazione Oltre il Chiostro onlus; <<in tal senso, abbiamo accolto il suo incoraggiamento a progettare il futuro sostenendo il talento dei giovani, poiché la diffusione dei valori del rispetto e della tolleranza si fonda nelle singole coscienze e sui volti delle persone>>.
Il Concerto dell’Epifania 2019 darà, dunque, ampio spazio a giovani artisti, tutti accomunati dalla capacità di utilizzare il proprio talento artistico come mezzo di riscatto e di affermazione.
In questo senso, saranno emblematiche le presenze di MARCO CARTA, alle prese con un brano impegnato come quello da lui dedicato a sue vicende autobiografiche, di TONY MAIELLO, protagonista della prima edizione di X Factor e poi autore di successo del celebre brano - reso famoso da Laura Pausini - Il coraggio di andare, di MALDESTRO, cantautore che si è affermato a livello nazionale partendo dai palazzoni di Scampia, di GIOVANNI CACCAMO, che interpreterà un brano intenso e raffinato come Eterno, di DAVINCI, cantautore di talento che si è segnalato anche come attore tanto da far parte del cast della celebre serie TV di Gomorra sia nell’ultima trasmessa che in quella di prossima programmazione, di ANBETA TOROMANI, ballerina albanese approdata alla ribalta di Amici dopo aver studiato a Tirana e in Azerbaijan che danzerà insieme ad ALESSANDRO MACARIO, di LAZERO, scelta dal direttore artistico Claudio Baglioni per partecipare a Sanremo Giovani 2018, ed, infine, con DJARAH KAN - cantante di colore nata a Castelvolturno - che contrasta xenofobia e razzismo con la potenza espressiva della sua voce afronapoletana.
Proprio al tema del contrasto dei nuovi razzismi e dei rigurgiti di xenofobia verrà dedicata la partecipazione del più classico dei gruppi di musica popolare napoletana con LA NUOVA COMPAGNIA DI CANTO POPOLARE, che interpreterà il ben noto brano di E. Nicolardi e di E. A. Mario (1944) Tammurriata nera .  
Sul palco del teatro Mediterraneo sarà ANTONELLA RUGGIERO, che eseguirà un brano inedito Senza, ad avere il compito di un ideale passaggio di consegne tra generazioni.
La scaletta della serata si aprirà con un originale medley tratto dal film Sister Act, che sarà eseguito dal RITA CICCARELLI & FLOWIN GOSPEL. Altrettando suggestivo il momento finale affidato ad un coro composto da 40 bambini della scuola napoletana del 48.mo circolo didattico “Madre Claudia Russo”, LE VOCI DEL 48, ed incentrato sull’interpretazione di Heal the world, a sottolineare come la musica e l’educazione artistica siano una leva di promozione sociale. 
Novità della XXIV edizione del Concerto dell’Epifania è la partecipazione del maestro Adriano Pennino nelle vesti di arrangiatore e di direttore dell’Orchestra Partenopea di Santa Chiara. La conduzione dello spettacolo vedrà, invece, il ritorno di VERONICA MAYA, volto noto di Rai Uno.
<<Anche quest’anno crediamo di essere riusciti nell’impresa di proporre un cast artistico di grande spessore qualitativo e, soprattutto, coerente con il concetto di sinfonia popolare al centro della manifestazione>> ha affermato Francesco Sorrentino, direttore artistico della kermesse.
Il programma del Concerto dell’Epifania 2019 vedrà rinnovarsi l’appuntamento con diverse iniziative lanciate negli anni scorsi. Ci sarà la consegna dei premi “Nativity in the World”, quest’anno assegnati a Maria Luisa Iavarone, impegnata nella lotta al bullismo giovanile, e a Francesco di Leva tra i fondatori del Teatro NEST con Adriano Pantaleo, Giuseppe Gaudino, Andrea Vellotti, Carmine Guarino e Giuseppe Miale Di Mauro.
Discorso analogo per il premio istituito in ricordo di Mario da Vinci, che sarà consegnato ad ENZO GRAGNANIELLO, interprete di Vasame e tributo alla Napoli velata di Ozpetek.
Per Musica Giovane, lo spazio live dedicato a giovani talenti selezionati via web, vedrà l’esibizione di ANGELA ADDEZIO. 
Come di consueto, le modalità di accesso alla manifestazione sono indicate su oltreilchiostro.org e sulla relativa pagina Facebook. A proposito della partecipazione all’evento, da segnalare l’invito rivolto agli spettatori di sostenere la campagna di crowdfunding promossa per il restauro dello storico organo dell'antico organo a canne del Complesso Monumentale di S. Maria La Nova, in un incontro tra arte e musica ricordato anche dalla bella Natività realizzata per la scenografia del Concerto dall’artista vietrese Klaus con una rara sensibilità contemporanea.
Il Concerto dell’Epifania 2019 è realizzato con il contributo della Regione Campania e del Comune di Napoli.
 La manifestazione è ideata e promossa dall'Associazione Oltre il Chiostro onlus, prodotta per la RAI dalla Melos International di Dante Mariti in collaborazione con l’Associazione Musica dal mondo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • I Tre Tenori e i Grandi Mandolini Napoletani

    • dal 2 aprile al 21 dicembre 2019
    • Chiesa di Santa Maria della Colonna
  • Villa Pignatelli, grande musica per la Stagione dei Concerti 2019: il programma

    • dal 3 maggio al 24 novembre 2019
    • Villa Pignatelli
  • I Tre Tenori tra Arie d'Opera, Pucinella e canzoni napoletane

    • dal 25 aprile al 30 dicembre 2019
    • Complesso Monumentale Donnaregina

I più visti

  • #IoVadoAlMuseo: tutte le aperture gratuite del 2019 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli

    • Gratis
    • dal 3 marzo al 1 dicembre 2019
    • Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • #iovadoalmuseo: le 20 aperture gratuite del 2019 al Parco Archeologico dei Campi Flegrei

    • Gratis
    • dal 3 marzo al 26 dicembre 2019
    • Parco Archeologico dei Campi Flegrei
  • Mugnano, Sal Da Vinci in concerto gratuito per la festa del Sacro Cuore: il programma 2019

    • dal 17 al 26 ottobre 2019
    • Mugnano di Napoli
  • I Tre Tenori e i Grandi Mandolini Napoletani

    • dal 2 aprile al 21 dicembre 2019
    • Chiesa di Santa Maria della Colonna
Torna su
NapoliToday è in caricamento