Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Franco Ricciardi accende Scampia con Rocco Hunt, Lucariello ed Enzo Dong

 

In 10mila hanno gremito piazza Giovanni Paolo II a Scampia per il concerto evento di Franco Ricciardi, ultimo passo del cartellone natalizio di Napoli. Per il cantante si è trattato di un emozionante ritorno a casa e per l'occasione ha chiamato a raccolta alcuni amici speciali: sul palco con lui, infatti, sono saliti Lucariello, Enzo Dong e Rocco Hunt. 

Artisti che rappresentano anche esempi per i ragazzi di quartieri più disagiati, esempi di chi ce l'ha fatta pur venendo da situazioni di degrado. Ricciardi ha riproposto le canzoni più significative che hanno segnato i suoi 31 ani di carriera, dai primi successi del 1987, ai brani dell'ultimo album Blu. Franco Ricciardi ha scelto di aprire la serata con il suo ultimo singolo ‘Femmena Bugiarda’, presente nell’album ‘Blu’, e con ‘167’, uno dei brani più celebri e amati dell’artista.

Una festa per il quartiere a Nord di Napoli, con ingenti misure di sicurezza. Serrati i controlli per accedere alla piazza e notevole dispiegamento di forze anche nei dintorni. 

 "Io mi sento un fratello, un amico di questa terra – ha commentato Franco Ricciardi subito dopo il concerto -, un portavoce di chi non ha voce. Il ricordo più bello che mi porto dentro della mia gente è la forza di credere nel cambiamento: lo vedi negli occhi delle persone, è quello che voglio ricordare e che voglio portare sempre con me”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento