Napoli perde la sede della Tirrenia: le proteste dei sindacati

La protesta della Cisl

"Tirrenia, perdere la sede amministrativa di Napoli rappresenta l’ennesimo sfregio ad una realtà già complicata alle prese con altre dolorose vertenze. Le nostre iniziative saranno volte contro l’azienda perché è il nostro unico interlocutore e successivamente ci rivolgeremo alle istituzioni regionali e nazionali non esenti da colpe: basti pensare che siamo ancora in attesa di una risposta sulla problematica sollevata nel mese di settembre 2019 circa la continuità territoriale con la Sardegna e la Sicilia". Così il segretario generale Fit CISL Campania Alfonso Langella e il segretario regionale Raffaele Formisano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Coronavirus a Napoli, caso sospetto al Pellegrini: ricoverato cittadino cinese

  • Coronavirus cinese: le istruzioni del Ministero della Salute

  • Allarme Coronavirus: i medici napoletani chiamati all'aeroporto di Fiumicino

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

Torna su
NapoliToday è in caricamento