Spritzerò apre a Pomigliano dopo il covid19

In Via Roma, di fronte a Zio Rocco Ischitano. L'intervista al CEO.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Pomigliano, 18 maggio 2020 - Tra tantissimi anni sicuramente ricorderanno ancora che la loro avventura, carica di entusiamo e di amore per gli spritz, è inziata in questi giorni post coronavirus, fatti di strascichi di ansie e voglia di ripartire, in una Pomigliano che, specie in alcuni momenti del giorno, si presenta spettrale. Ma Davide Schiano, Paolo Del Franco, Rosario Giandomenico e Luigi D'Anna non hanno voluto, nonostante tutto, fermare la loro iniziativa, aprendo la nota catena di spritz bar "SPRITZERÒ - Aperitivo Italiano" in Via Roma 172 venerdì 22 maggio alle 17.30, in uno store dal design fresco e moderno, caratterizzato dai toni arancio dell'Aperol. Com'è partita la vostra idea? "Pomigliano ci piace tantissimo, sta crescendo, è una città che secondo noi ha molte potenzialità e tante persone dai comuni limitrofi vengono qui per le loro serate mondane. Tutto è nato a metà gennaio - racconta il CEO Davide Schiano - quando in una passeggiata a Pomigliano abbiamo visto questo localino, di fronte al mio amico Zio Rocco Ischitano. Una garanzia come posizione. Non abbiamo saputo resistere e l'abbiamo preso in fitto. Avremmo dovuto inaugurare a fine marzo. Poi il covid19 ha stravolto tutti i piani. Ma non la nostra voglia di perseguire l'obiettivo di aprire il nono store in collaborazione con Aperol Spritz". Cosa vi ha spinto ad aprire nonostante tutto? "Siamo imprenditori e in quanto tale amiamo il rischio, ponderato ma è pur sempre rischio, sono le sfide che ci piacciono! Credo che nonostante questa pandemia, la storia ci ha insegnato che l’uomo tende a dimenticare, non trattiene le esperienze così a lungo. Bisogna solo far giusto tesoro delle cose positive e ripartire. Perché la gente vuole godersi la vita. E lo spritz è un modo per farlo. Dobbiamo solo essere tutti maggiormente responsabili". Pomigliano può crescere ancora? "Secondo noi si. Crediamo e speriamo che arrivino ancora altri brand importanti. Su tutta Via Roma adesso ci sono nomi noti come il pub Da Gigione, la gelateria La Scimmietta, la panino macelleria di Mario Tortora, il cornetto di Zio Rocco Ischitano e gli spritz di SPRITZERÒ. Ci pare una bella e sana imprenditoria tutta campana, connotata di giovani imprenditori che vengono dalla gavetta". Nessuna festa di inaugurazione, vi dispiace? "Certo che ci dispiace, moltissimo! I nostri locali nascono per l'aggregazione sociale e gli eventi in collaborazione con Aperol Spritz sono uno dei valori aggiunti del nostro format. Oggi è giustamente vietato fare eventi, nel nostro caso una inaugurazione coinvolgerebbe centinaia e centinaia di ragazzi, ci sarebbero assembramenti e non ci sarebbe alcuna tutela della salute. Oggi dobbiamo essere più responsabili, è importante non commettere errori. Ci vuole la collaborazione di tutti. E la Campania ha saputo finora rispondere in maniera eccellente. Promettiamo alla citta di Pomigliano una festa con fiumi di spritz, gadget e musica non appena sarà consentito. Avete la mia parola".

Torna su
NapoliToday è in caricamento