Il Salone dello Studente di Napoli chiude con un record di 22.000 visitatori

Chiude in crescita Campus Orienta Napoli, vetrina di corsi e professioni della società 4.0, tenutosi il 6 e 7 marzo alla Mostra d'Oltremare

A Campus Orienta ospiti gli studenti del Righi terzi classificati a "Zero Robotics"

La speranza con cui ha chiuso ieri, alla Mostra d’Oltremare, la quinta edizione del Salone dello Studente di Napoli è precisa: aver aiutato migliaia di studenti a compiere un passo avanti verso la giusta scelta post-maturità, senza perdersi come succede a oltre la metà degli universitari italiani.

L’abbandono degli studi universitari in Italia è infatti enorme: il 55%. Una percentuale sconfortante, che diventa inaccettabile di fronte a un ulteriore dato: uno studente su 4 lascia già nel corso del primo anno. Se l’addio ai banchi accademici arriva così presto, non sono state le difficoltà delle lezioni a dissuadere gli iscritti, ma le aspettative su corsi che si immaginavano probabilmente molto diversi.

Per rispondere a questa enorme esigenza di orientamento, Campus ha provato ad aggiungere, alla sua già vastissima informazione didattica (60 università e istituti post-diploma presenti con stand informativi e oltre 30 convegni), un’iniziativa inedita e un upgrade metodologico: il Future Kit, ciclo di workshop mirato a padroneggiare la trasformazione digitale nello studio e nel lavoro. E, come conseguenza: un focus sulle opportunità che questa “rivoluzione hi-tech” consente: lo studio e la frequenza accademica on-line o come si suol dire in remoto. 

“Gli atenei anglosassoni hanno attivato in pochi anni centinaia di corsi on-line”, ha spiegato Lucia Martiniello, direttore didattico dell’Università telematica Pegaso. “In Italia siamo lontani da quegli standard, ma ci stiamo avvicinando: il nostro ateneo ha già 80.000 iscritti, quanto un’università di una grande metropoli. E consente di laurearsi in ben 10 facoltà: da quelle classiche di Economia aziendale e Ingegneria civile, a Scienze pedagogiche e Manager dello sport. Le tecnologie avanzate”, ha proseguito, “ci porteranno in 5 anni a crescere del 30% e fra 10 anni a essere una global univercity. Per tale ragione”, ha concluso durante l’inaugurazione di Campus Orienta, “anche gli atenei tradizionali dovranno adeguare i loro contenuti alla metamorfosi in corso”.

Campus Orienta ha contribuito a questo filo d’Arianna con un ciclo di workshop sul digitale chiamato Future Kit, che ha visto la partecipazione di diversi esperti accademici, ma anche un inedito incontro, in uno stesso workshop di rappresentanti di due multinazionali storicamente competitor: Microsoft e Apple. “Il nostro gruppo conduce migliaia di giovani a governare l’intelligenza artificiale”, ha spiegato Alessandra Migliore, senior account executive education di Microsoft, “che possono fare dell’evoluzione tecnologica uno strumento per rendere apprezzabili i loro curriculum”. Anche la Apple developer Academy, scuola di Apple e Università Napoli Federico II, ha illustrato i corsi che realizza in merito: “Se vai da solo puoi andare veloce”, ha spiegato Simon Pietro Romano, docente della Federico II e dell’Academy, “ma se vai insieme, diceva Steve Jobs, puoi andare molto più lontano”. 

L’assessore Istruzione e Scuola del Comune di Napoli, Annamaria Palmieri, ha riannodato i fili ricordando che storia e futuro non sono nemici, anzi: “Accanto alla digitalizzazione delle proposte didattiche”, ha spiegato a Campus Orienta Napoli, “continuerà a vivere quel caos creativo che in Italia ha consentito di coniugare il raziocinio con la fantasia. Un connubio che ha consentito l’up grade verso le eccellenze per cui i nostri territori, non solo la Campania ma nell’Italia intera, sono oggi conosciuti nel mondo”.

I Giovani Imprenditori di Confindustria Campania, con l’iniziativa di promozione agli studi scientifici intitolata #STEAMIAMOCI!, e con il Premio Campiello Giovani ampliato a una sezione sulle Storie d’impresa, hanno portato a Campus il contributo dell’industria alla formazione. “Andiamo nelle scuole a spiegare ai giovanissimi che aprire un’impresa non è impresa impossibile. E ciò grazie agli incubatori tecnologici che sostengono le start-up e ai servizi gratuiti che le nostre associazioni offrono loro”, ha spiegato Francesco Giuseppe Palumbo, presidente di Giovani Imprenditori Campania. “E poi li portiamo nelle nostre imprese per coinvolgerli e insegnare loro le pratiche professionali e metodologiche più avanzate. Come reagiscono? Con un iniziale spaesamento che lascia presto spazio allo stupore”. Lo stesso fascino con cui, spiega il giovane dirigente, si deve guardare all’evoluzione digitale: “Il progresso non togliere spazio esseri umani. Semplicemente sostituisce le tute blu di ieri con i camici bianchi di oggi, domani e dopodomani, accrescendo la qualità del lavoro e della vita”.

Accanto all’orientamento sul digitale per il lavoro e per lo studio, Campus Orienta Napoli non ha mancato di approfondire i momenti informativi per i quali è già conosciuto: con Le Professioni del futuro gli esperti di InTribe hanno delineato le professioni che dovrebbero essere più richieste dal mercato nei prossimi 5 anni; con i momenti sul Digital mismatch, ha misurarto la distanza tra le competenze dei neolaureati con quelle richieste dal mondo del lavoro. Le Masterclass sulle soft skills di Coca-Cola HBC Italia hanno delineato le caratteristiche individuali chieste oggi dal mondo del lavoro.

I seminari con gli psicologi dell’orientamento, a partire da Sergio Bettini, ormai uno scrigno di competenze in merito, hanno esplorato la connessione tra corsi di laurea e caratteristiche individuali. 

Come a ogni edizione del Salone, la ricerca Teen’s Voice di Campus Orienta e Università La Sapienza di Roma ha interpellato i giovanissimi sui loro valori, i loro modelli di riferimento e le aspettative per il futuro.

Ospiti d’eccezione a Campus Orienta i tre giovani dell'Istituto Augusto Righi di Napoli che hanno raccontato ai visitatori la loro storia di impegno che li ha portati a classificarsi terzi al concorso Zero Robotics 2019 promosso dal Mit di Boston e dalla Nasa. Nel 2017 il team del Righi era arrivato primo assoluto a livello mondiale. 

L’evento è stato organizzato da Class editori in collaborazione con l’Assessorato alla Scuola e all’Istruzione di Napoli, il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, della Città Metropolitana di Napoli e dell’Ufficio Scolastico Regionale. S    i è avvalso del contributo di Università Roma La Sapienza, Confindustria-Giovani Imprenditori, Vertical Movie, AssoLombarda, InTribe, ESN Italia - Erasmus Student Network, Gambero Rosso e Class Academy. Hanno partecipano come sponsor l’Università telematica Pegaso, Coca-Cola HBC Italia e Telesia quale media sponsor. 

Quella di Napoli, è stata la nona tappa di una manifestazione che si tiene in 13 città italiane, fra le quali la capitale Roma, 5 capoluoghi di regione (oltre a Napoli: Torino, Bari, Milano e Palermo) e altre importanti centri come Catania, Reggio Calabria, Pescara, Pisa, Monza e Vicenza. 
Dopo Napoli, il Salone dello studente torna al Nord a Vicenza (12 e 13 marzo), Milano (20 e 21) e Monza (3 e 4 aprile). E a Sud l’11 e 12 aprile con la tappa di Palermo. Programmi aggiornati su www.salonedellostudente.it e su tutti i social correlati, a partire da facebook e instragram. In ogni tappa l’ingresso è libero e gratuito.

I numeri di Campus Orienta:

Il Salone dello studente - manifestazione ideata nel 1990 - nell’anno scolastico 2017/18 è stato visitato da 231.500 giovani, di 2.747 scuole secondarie italiane, con un’affluenza cresciuta dell’8,9% rispetto all’anno precedente; ha organizzato, nelle sue 13 tappe, 472 eventi di orientamento tra education e workshop;
- ha visto la partecipazione di 258 partner di cui 80 università, 74 accademie, 38 enti di formazione, 33 istituzioni, 33 grandi aziende.
Per conoscere nel dettaglio la storia del Salone dello studente, manifestazione entrata nel suo 30° anno vita, poiché inaugurato nella primavera 1990, e per avere un dettaglio delle sue 13 tappe durante l’ultimo anno scolastico, è consigliato leggere o scaricare il pdf dell’ Annual report di Campus Orienta, il Salone dello studente dal sito: www.salonedellostudente.it/wp-content/uploads/2019/02/Annual-Report-2017-18.pdf

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Donna trovata morta, legata e imbavagliata: ipotesi rapina

  • Attualità

    Ecco le città in cui il clima rende la vita migliore: Napoli solo 43esima

  • Cronaca

    Pugni in faccia alla compagna: arrestato 51enne

  • Cronaca

    Macchia scura a Lago Patria: "Schiaffo ad un luogo di straordinaria bellezza"

I più letti della settimana

  • Violenza sul lungomare, maxi rissa davanti ai bambini

  • Gioca 1 euro su cinque numeri: vinto un milione di euro a Volla

  • Ritrovata Alessia Ciccone, era in un appartamento a Nola

  • Gennaro Rega si spegne giovanissimo, lutto a Brusciano

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 25 al 29 marzo

  • Spaventoso incendio a Castellammare, in fiamme azienda di cosmetici

Torna su
NapoliToday è in caricamento