Fincantieri, secondo giorno di protesta

Operai sulla gru, slogan e striscioni. "Il cantiere non si tocca, lo difenderemo con la lotta". Accanto alle tute blu si schierano i rappresentanti del Comune e la politica locale

La protesta va avanti. Quella partita nelle prime ore di ieri con gli operai della Fincantieri di Castellammare di Stabia davanti ai cancelli dello stabilimento. Gli uomini sono più che mai determinati a difendere lo stabilimento stabiese dalla chiusura. Un gesto che ricorda, come ammettono gli stessi lavoratori, quello dei tedeschi quando nel 1943, nella ritirata nazista, l'armata hitleriana tentò di cancellare l'ex regio cantiere costruito dai Borboni nel 1783.

La situazione attuale: poche ore fa tre operai sono saliti sulla gru di 50 metri esponendo uno striscione: 'Il cantiere non si tocca, lo difenderemo con la lotta', mentre altri slogan sono stati urlati dalle tute blu che si trovano davanti ai cancelli.

Intorno qualcosa si muove. Accanto agli operai si sono schierati i rappresentanti del Comune che si sono riuniti con i sindacati per mettere in atto una strategia in difesa del lavoro. Anche la politica locale affianca la lotta dei lavoratori, mentre l''eurodeputato del Pd Andrea Cozzolino ha parlato al telefono con l'ad della Fincantieri, Giuseppe Bono. Al termine del colloquio, la promessa di avere al più presto un tavolo con la Regione per ottenere la riconferma degli impegni assunti per la costruzione del nuovo bacino di carenaggio.

E mentre il consigliere del Pdl, Antonio Sicignano, ha lanciato un appello al cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, affinché faccia sentire la sua voce in sostegno degli operai, domani all'iniziativa sulla cantieristica navale organizzata dalle segreterie nazionali di Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil che si terrà a Roma, parteciperà l'assessore ai Trasporti e alle Attività produttive della Regione Campania, Sergio Vetrella, per discutere anche della situazione Fincantieri.

Potrebbe interessarti

  • Le tignole: cosa sono e perché è meglio non averle in casa

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

  • Rosmarino: cosa sapere di questa pianta

I più letti della settimana

  • Dramma per una famiglia napoletana in vacanza: 42enne muore mentre fa il bagno

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Dramma in autostrada, motociclista muore decapitato

  • Renzo Arbore e il saluto a De Crescenzo: “Lucià ti abbiamo portato a Napoli”

  • Tragedia a Scalea, muore turista napoletano: "Te ne sei andato troppo presto"

  • Bimbo ingerisce soda caustica: ricoverato in gravi condizioni al Santobono

Torna su
NapoliToday è in caricamento