Energie alternative, firma per progetto da 2 miliardi in Campania

La Jetion Solar e il consorzio Leukos firmeranno, il 26 settembre a Napoli, un accordo per la costruzione di un impianto fotovoltaico da 1000 Mwp. Nel corso dell'incontro, verranno illustrate le iniziative imprenditoriali e occupazionali

Fotovoltaico - foto da pixabay

Due miliardi di euro di investimento nelle energie alternative per la costruzione di un impianto fotovoltaico da 1000 Mwp: è il frutto dell'accordo, che sarà firmato domani, 26 settembre 2019, alle ore 10.30 presso l'Hotel Ramada, a Napoli, tra la «Jetion Solar» e il consorzio «Leukos».

La «Jetion Solar», società leader del mondo del fotovoltaico in Cina, fa parte del colosso «China National Bulding Material Group», uno dei più grandi gruppi finanziari al mondo con un patrimonio di 82 miliardi di euro che occupa il 203esimo posto nella lista delle 500 società più ricche al mondo. Le regioni interessate da questo investimento sono la Campania, la Puglia, la Basilicata, l'Abruzzo e le Marche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dell'incontro i manager del colosso cinese illustreranno le iniziative, imprenditoriali e occupazionali, che riguarderanno il sud Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Lite in strada a Napoli in pieno giorno: morto un uomo

Torna su
NapoliToday è in caricamento