Posta elettronica certificata: al via il 10 giugno 2013 l’INI - PEC

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Una piccola rivoluzione tecnologica sta avvenendo nel Nostro Paese almeno in termini di comunicazione tra soggetti. La vecchia lettera o ancor meglio la posta raccomandata, sottolinea Giovanni D'Agata presidente e fondatore dello "Sportello dei Diritti, segneranno il passo per essere soppiantate via via dalla ormai nota posta elettronica certificata conosciuta dai più come PEC.

Arriva infatti a partire dal 10 giugno prossimo l'Indice nazionale degli indirizzi di PEC.

A stabilirlo è il Decreto Ministeriale del 19 marzo 2013 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale 9 aprile 2013, n. 83) nel quale il Ministero dello Sviluppo economico illustra le modalità di realizzazione, gestione operativa e accesso dell'elenco telematico, nonché modalità e forme con cui Ordini e Collegi professionali dovranno comunicare ed aggiornare gli indirizzi di PEC relativi ai professionisti di propria competenza.

L'INI-PEC - questa la sigla del nuovo elenco - è suddiviso in due sezioni:

•Sezione imprese: dovrà riportare provincia, codice fiscale, ragione sociale/denominazione e indirizzo PEC;

•Sezione professionisti: dovrà riportare provincia, ordine o collegio professionale, codice fiscale, nominativo e indirizzo PEC.

Il registro partirà dal prossimo 10 giugno e sarà aggiornato quotidianamente (solo per i primi sei mesi, in fase d'avvio quindi, l'aggiornamento avverrà ogni 30 giorni).

Torna su
NapoliToday è in caricamento