Pizza: oltre un milione di firme per la candidatura all'Unesco

Ad annunciarlo è Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione UniVerde e promotore dell'iniziativa

Le firme a sostegno dell'arte dei pizzaiuoli napoletani Patrimonio Unesco ha superato il milione di firme. Ad annunciarlo è Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione UniVerde e promotore dell'iniziativa.

"Siamo a un milione e 38mila firme con le 150.000 firme raggiunte in Giappone, le 30.000 arrivate dai pizzaioli e mulino Caputo da Las Vegas, le ulteriori 30.000 consegnatemi da Rossopomodoro con l'attore Lello Arena e le altre 80.000 raccolte da Coldiretti nei 1000 mercati di Campagna Amica".

Lunedì il milione e più di firme a sostegno della pizza saranno portate a Parigi in occasione del campionato francese dei pizzaioli 'Parizza'. E sarà quella l'occasione anche per presentare l'arte dei pizzaioli napoletani, nella sede mondiale Unesco "assieme alla nostra ambasciatrice Vincenza Lomonaco, al presidente nazionale di Coldiretti Roberto Moncalvo, al presidente di Apn Sergio Miccù e a Salvatore Cuomo che arriverà appositamente da Tokyo con le firme raccolte in Asia".

Il prossimo obiettivo è raggiungere 1 milione e mezzo di firme entro il prossimo Pizza Village, che si terrà a settembre 2016 a Napoli.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Comune di Napoli, svolta nei servizi di assistenza per disabili

    • Cronaca

      Faida di Scampia, ergastoli per i capi scissionisti

    • Notizie SSC Napoli

      Napoli-Chievo 2-0: azzurri in scioltezza, si sblocca Gabbiadini

    • Cronaca

      Punta più volte la pistola contro i poliziotti: arrestato giovanissimo

    I più letti della settimana

    • Il Napoli calcio cerca una nuova figura internazionale

    • Agenzia delle Entrate, in arrivo oltre 4mila lettere a Napoli

    • Apple a Napoli cerca "umanisti digitali"

    • Volotea, +42% nel volume di passeggeri trasportati a Napoli

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento