"La pizza da Gennaro" è l'undicesima pizzeria centenaria di Napoli

La famiglia Del Buono, che gestisce da sempre la pizzeria, entra nella storia della pizza napoletana

La pizzeria “La Pizza da Gennaro” (Corso Secondigliano n.420-422-424) da oggi è nella storia della pizza napoletana a pieno titolo, diventando l'undicesima pizzeria centenaria di Napoli
La famiglia Del Buono che gestisce da sempre la pizzeria è una delle famiglie storiche di pizzaiuoli napoletani. E come tutte le famiglie storiche la loro storia si intreccia con quella di altre famiglie.

Nata Dello Buono, nome divenuto per un errore accidentale di trascrizione nei registri comunali napoletani “Del Buono” nel primo decennio del secolo ‘900, la famiglia Del Buono è stata ad oggi in condizione di risalire nel tempo a 6 generazioni indietro nel tempo quando Dello Buono  Generoso, di professione rosticciere (attività come quella del pizzicagnolo attribuita anche a chi produceva pizze), nel 1884 dichiarò all’anagrafe del Comune di Napoli Dello Buono Umberto figlio di una Mattozzi figlia di Luigi pizzaiolo.
Il Mattozzi Luigi era quello che sarebbe poi divenuto proprietario della Pizzeria “Est Est” in Piazza della Carità (oggi Salvo D’Acquisto) che oggi è nota a tutti come la Pizzeria Mattozzi.
Di lì agli inizi del 1900 nacque Del Buono Generoso, figlio di Umberto - pizzaiolo, anch’egli dichiarato con la testimonianza di un Mattozzi pizzaiolo, stavolta figlio del Luigi precedente.
Seguirono poi Del Buono Gennaro, figlio di Generoso – pizzaiolo, che si distinse nella sua lunghissima carriera, esaltata anche da un articolo a firma dello scomparso giornalista Compagnone de Il Mattino di Napoli, anche come costruttore di forni.
Detta sapienza, unitamente alla tradizione di famiglia di pizzaiolo, è stata passata al figlio Del Buono Maurizio, anch’egli pizzaiolo, che non ha mancato di trasferirla al figlio Del Buono Claudio e al genero Lino Luchini con i quali conduce la pizzeria storica di famiglia in una sede rinnovata di 400 mq nel cuore del popoloso e storico quartiere di Secondigliano dove la famiglia opera da oltre 80 anni.
Alla storia della famiglia si deve anche una grande creatività estemporanea che dagli anni settanta ad oggi è valsa grande fama alla famiglia. A Del Buono Gennaro sono da annoverare le pizze con la frutta e la pizza bruschetta che dagli anni ’90 è uno dei simboli della pizzeria.
La capacità creativa ha poi trovato pieno sfogo in Maurizio che spesso con i prodotti del giorno, sovente ittici, crea proposte estemporanee.
La carne macinata, o “allacciata”, come definita nel gergo dei pizzaioli di una volta, è ricorrente nelle proposte più popolari della pizzeria “La pizza da Gennaro”.
La storia della famiglia centenaria oggi prosegue attraverso le sapienti mani di Claudio, tecnologo delle farine per alcuni molini.

“Grazie a questo riconoscimento oggi la nostra Pizzeria ha una risonanza mediatica maggiore ma, nel contempo, siamo in grado di ringraziare con questo riconoscimento tutti quelli che in un a storia così lunga ci hanno accompagnato come clienti, credendo nel nostro prodotto e sostenendo la nostra impresa familiare. Oggi il quartiere di Secondigliano cessa di essere periferia e diviene centro storico ed io sento accanto a me l’alitare soddisfatto dei miei antenati e di mio padre.” Con queste parole Maurizio Del Buono invita tutti i napoletani a visitare la pizzeria onde poter vedere con le proprie mani come in oltre 100 anni si è badato soprattutto a tutelare l’arte del pizzaiolo che è, come tutti sanno, Patrimonio immateriale dell’Unesco.


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Donna trovata morta, legata e imbavagliata: ipotesi rapina

  • Attualità

    Ecco le città in cui il clima rende la vita migliore: Napoli solo 43esima

  • Cronaca

    Pugni in faccia alla compagna: arrestato 51enne

  • Cronaca

    Macchia scura a Lago Patria: "Schiaffo ad un luogo di straordinaria bellezza"

I più letti della settimana

  • Violenza sul lungomare, maxi rissa davanti ai bambini

  • Gioca 1 euro su cinque numeri: vinto un milione di euro a Volla

  • Ritrovata Alessia Ciccone, era in un appartamento a Nola

  • Gennaro Rega si spegne giovanissimo, lutto a Brusciano

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 25 al 29 marzo

  • Spaventoso incendio a Castellammare, in fiamme azienda di cosmetici

Torna su
NapoliToday è in caricamento