Le nuove professioni dell’arte contemporanea: Summer School al Madre

Nel programma della prima Summer School al Museo Madre, incontri aperti al pubblico con Michelangelo Pistoletto, Francesco Vezzoli ed Elisabetta Sgarbi

Museo Madre

Nell’ambito delle lezioni previste da “Le nuove professioni dell’arte contemporanea”, la prima Summer School organizzata dalla Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee e dall’Università degli Studi di Napoli “Federico II” con la direzione di Vincenzo Trione, in programma tre appuntamenti aperti al pubblico con dei docenti d’eccezione: Michelangelo Pistoletto, Francesco Vezzoli ed Elisabetta Sgarbi. 

Venerdì 26 luglio, dalle ore 18.30 alle ore 19.30, il Maestro Michelangelo Pistoletto terrà uno speciale incontro in cui racconterà la propria storia e quella di Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, un nuovo modello di istituzione artistica e culturale che pone l’arte - vista come strumento di trasformazione sociale responsabile in cui convergono idee e progetti che coniugano creatività e imprenditorialità, formazione e produzione, ecologia e architettura, politica e spiritualità - in diretta interazione con i diversi settori della società.

Sabato 27 luglio, dalle ore 12.00 alle ore 13.30, protagonista l’arte di Francesco Vezzoli, il cui lavoro può essere descritto come “una serie di forti allegorie relative alla cultura contemporanea con un ricco sottotetto di elaborati riferimenti, che includono installazioni video, ricami, fotografia, performance dal vivo, esperimenti sui media e - più recentemente - scultura classica”.

Ancora sabato 27, dalle ore 19.00 alle ore 20.00, Elisabetta Sgarbi, Direttore editoriale de La Nave di Teseo e de La Milanesiana, riporterà l’esperienza del festival che ha fondato nel 2000 a Milano, e che si propone come grande “laboratorio di eccellenza”, il cui progetto è quello di incrociare saperi e arti diverse. Nel corso degli anni, ha esteso sempre più i suoi ambiti di intervento: se nelle prime edizioni, La Milanesiana era solo Letteratura, Musica, Cinema, con gli anni è diventata: Scienza, Arte, Filosofia, Teatro, Diritto, Economia. E oltre a Milano, si svolge oggi in 14 città d’Italia. 

Pistoletto, Vezzoli e Sgarbi sono tre dei tredici artisti, direttori e presidenti di musei, manager e professionisti impegnati nei diversi segmenti della produzione e della gestione dell’arte, impegnati in conferenze e laboratori con i 20 partecipanti alla Summer School, che sono stati selezionati tra le oltre 500 domande presentate. 

Con i docenti e i tutor, i candidati individuati dalla Commissione, composta da Laura Valente (Presidente della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee), Gaetano Manfredi (Rettore dell’Università Federico II) e Vincenzo Trione (direttore Summer School), sono impegnati nel Project work “per un festival delle arti a Napoli”. Non si tratta solo di un esercizio teorico: il progetto sarà infatti realizzato proprio al Madre e in città nell’ambito delle programmazioni della primavera-estate 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Agguato davanti al garage di casa, ucciso un uomo a Napoli

  • Brusco calo termico anche al Sud, arriva il freddo invernale

  • Controlli alla tiroide, cuore, polmoni, fertilità e ginecologici: dove farli gratis a Napoli

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

Torna su
NapoliToday è in caricamento