lunedì, 22 dicembre 5℃

Qualità della vita, Sole 24 Ore: Napoli al penultimo posto della classifica

Bolzano sul podio, maglia nera a Taranto. La ricerca si articola su sei settori: tenore di vita, affari e lavoro, servizi ambiente e salute, popolazione, ordine pubblico e tempo libero

Redazione 26 novembre 2012
10

Puntuale anche quest'anno la tradizionale classifica della "Qualità della vita" nelle città italiane stilata da Il Sole 24 Ore. Il dossier misura da oltre vent'anni la vivibilità delle 107 province italiane attraverso una serie di dati statistici. Sei i settori: tenore di vita, affari e lavoro, servizi ambiente e salute, popolazione, ordine pubblico e tempo libero.

Annuncio promozionale

I RISULTATI DEL 2012 -  Bolzano conquista il primo posto nella Qualità della vita 2012 nelle province italiane La maglia nera va invece a una città pugliese, Taranto. Penultimo posto per Napoli.
La vincitrice dello scorso anno, Bologna, scende di ben nove posizioni e arriva decima, mentre argento e bronzo vanno a Siena e Trento. Completano la top ten Rimini, Trieste, Parma, Belluno, Ravenna, Aosta.

BOLZANO AL TOP - Già prima nel 1995, nel 2001 e nel 2010 ha conquistato la vetta della classifica grazie alle buone performance nei capitoli Affari e lavoro e Tempo libero (3°posto) e Ordine pubblico (4°). Nel dettaglio, a "darle punti" sono la bassa disoccupazione (3,3% nel 2011 contro una media del 9%), le presenze turistiche nonché la scarsa incidenza di reati come furti in casa o di auto.

LE GRANDI REALTA' METROPOLITANE - Milano e Roma salgono entrambe un paio di scalini (in 17 e 21 posizione). Ma anche altri territori con più di un milione di abitanti registrano qualche progresso: è il caso di Brescia e Torino (nella prima metà della classifica generale) o di Catania e Palermo (nella parte bassa).
Nel gruppetto in testa tutte realtà del Nord oltre alla capitale, al 10° posto. In fondo alla graduatoria di tappa prevalgono siciliane, pugliesi e calabresi, con Bari, Salerno e Napoli appunto.

NAPOLI, LA PAGELLA FINALE
tabella-2
 

classifiche

10 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di salvatore

    salvatore Sinceramente mi tengo la mia napoli,andate a Roma,Milano o Genova,ci sono stranieri ovunque e la comandano loro,per non parlare dello smog che li soffoca,cmq i problemi o li risolviamo uniti o facciamo il Fronte del sud,ormai voi nordisti avete rotto ma chi vi credete di essere,rileggetevi la storia,voi non siete nessuno,noi abbiamo storia,cultura e tanta altra roba,un giorno ve ne accorgerete!!!

    il 28 novembre del 2012
  • Avatar anonimo di domenico

    domenico Ciao a tutti sn di napoli ma sono anni ormai che vivo al nord volevo far notare ke ai primi posti ci sn cittadine cn una grandezza demografica molto ,e specifico bene molto più piccola delle grandi citta tipo Napoli Roma che si trovano molto più in basso. Mi volete dire che c è più crinalità a Napoli e Roma che a Milano . A Milano nn vendono la droga non rubano non uccidono perchè ghi mettono sotto con la macchina il cane non guidano ubriachi e uccidono persone alle fermate degli autobus . Ormai la crisi della occupazione è arrivata ovunque nn si salva nessuno quindi cm è stata fatta questa specie di statistica?

    il 28 novembre del 2012
  • Avatar di Roberto

    Roberto Al sud si vive male e al nord ci sono piu´ alcolizzati e piu´ suicidi. Qualcuno me lo puo´ spiegare il perche´?

    il 27 novembre del 2012
  • Avatar anonimo di giacomo

    giacomo Non preoccupatevi concittadini. Grazie agli "oculati" interventi del nostro illustrissimo sig. sindaco De Magistris, Napoli ritornerà in testa alla classifica! Con la pista ciclabile, il tennis, l'arena a piazza Diaz e il lungomare liberato, diventeremo un punto di riferimento quanto a vivibilità!!

    il 27 novembre del 2012
    • Avatar anonimo di paolo

      paolo Giacomo: Ma poer favore...!! Una città che ha avuto il colera nel 1973 non ha alcuna speranza... Leggete "Napoli siamo noi"

      il 27 novembre del 2012
      • Avatar anonimo di luca

        luca Paolo :il colera a cui alludi era dovuto all' importazione di una partita di cozze tunisine,non certo alle condizioni igieniche della città,la stessa epidemia dovuta alla stessa partita di cozze si ebbe in spagna e francia anche,ma guarda un po nn se ne parla.io mi preoccuperei piuttosto della piaga che ha colpito per più di un millennio il settentrione di italia,la "pellagra" e risoltasi solamente nel 1950 circa solo ed esclusivamente grazie agli alimenti ed alla cultura igienica importata dal sud dello stivale.io ci ho vissuto a roma e milano,ho visitato bologna e torino,ed in quanto a vivibilità sn di gran lunga peggiori di napoli,queste scalano i posti ij classifica grazie al lavoro ed allo sviluppo industriale.

        il 30 dicembre del 2012
    • Avatar anonimo di Mikko

      Mikko Chi governa è secondario, il certo problema di napoli sono i napoletani.

      il 27 novembre del 2012
      • Avatar anonimo di cittadino

        cittadino e vero altro che colpa del sindaco,gli scippi,gli omicidi,la droga mica li fa il sindaco..sono i napoletani

        il 27 novembre del 2012
        • Avatar anonimo di Whitechoc

          Whitechoc Appunto, il problema sono i napoletani. E' vero che i politic fanno schifo perchè sono dei succhiasangue, ma in questa città di @#?*%$a dove governano parcheggiatori abusivi, ladri d'auto e d'appartamento e malavita che sperazna vogliamo avere noi comuni cittadini. In una città dove gli zingari se ne vanno in giro con auto e caravan senza asscirazione e io devo pagare una cifra enorme all'anno nonostante abbia un'auto ecologica e sia in prima classe; in una città dove gli automobilisti non conoscono il codice della strada e invadono le rotatorie senza sapere a chi spetta la precedenza; in una città dove devi guardarti costantemente le spalle altrimenti ti fanno il portafogli o qualsiasi altra cosa di valore tu possa avere al seguito; in una città dove le persone gettano dai loro finestrini delle auto tutto ciò che di inquinante c'è come pacchetti di sigarette, cicche di sigarette, carte, sacchetti di spazzatura, plastiche, lattine ecc ecc; in una città dove il tasso di disoccupazione è tra i più alti non solo d'Italia, ma addirittura d'Europa; in una città dove non si sa investire sul turismo ed anzi si sentono i turisti dire (e lo dico per perosnale esperienza avendoli ascoltati e capendo perfettamente l'inglese) che noi ci prendiamo gioco di loro cercando di approfittarci dei turisti con tariffe di taxi elevate, internet gratis inesistente negli alberghi, furti e aggressioni per strada e prezzi gonfiati in negozi e ristoranti, per non parlare degli scarsi mezzi di comunicazione sia a livello di servizi pubblici che a livello di lingua, in quanto 1 napoletano su 100 conosce e mastica un pò di inglese non per colpa sua, ma a causa dell'istruzione non avuta a scuola (per cui vai col fai da te se vuoi imparare per bene una lingua)...Insomma in una città del genere ditemi voi, ma chi cavolo ci vorrebbe mai vivere se non noi che già ci stiamo e siamo costretti a starci in quanto in tempo di crisi lasciare un posto per un altro ha dei costi insostenibili (parlo per chi come me ha una situazione economica realmente critica!!!). Per quanto mi riguarda mi ritengo completamente fuori luogo, io sono napoletano, ma forse non lo sono se per napoletano si intende una persona che fa tutte le coe schifose che ho sopra descritto, in quanto non mi piace identificarmi in una persona che agisce contro se stesso e contro gli interessi della sua città. Chi sa di essere quel tipo di napoletano che inquina, che se ne frega di tutto e di tutti, che imbroglia tanto lo fanno tutti, sappi che è semplicemente una persona di @#?*%$a che sta negndo a se stesso ed ai suoi figli una vita normale in una città normale.

          il 29 novembre del 2012