Tav Napoli-Bari, l'Ue stanzia 114 milioni per la tratta Napoli-Cancello

Si tratta di una linea "cruciale per l'economia, la crescita e lo sviluppo regionale del Sud Italia", fa sapere l'Esecutivo europeo. Termine lavori previsto ottobre 2022

Immagine d'archivio

Buone notizie per la linea Alta Velocità Napoli-Bari. L'Unione Europea ha infatti stabilito che contribuirà, con un investimento di 114 milioni di euro, alla realizzazione della nuova tratta Napoli-Cancello, appunto lungo la linea che collegherà il capoluogo campano a quello pugliese. Lo stanziamento è stato annunciato ieri dalla Commissione Ue, e sarà a valere sul Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr).

La tratta sarà lunga 15,5 km ed i lavori dovranno terminare entro ottobre 2022. Si tratta di un progetto avviato nel 2015, che rientra nel corridoio europeo "Ten-T Scandinavo-Mediterraneo" per un totale di 887,6 milioni di euro.

DUE MILIARDI PER LA NAPOLI-BARI

Quello tra Napoli e Cancello è definito, dall'Esecutivo comunitario, "un collegamento cruciale per l'economia, la crescita e lo sviluppo regionale del Sud Italia". "Investire in migliori connessioni ferroviarie nel Sud Italia – ha dichiarato la Commissaria Ue ai trasporti, Violeta Bulc – significa investire nell'economia reale della regione, visto che questo porterà benefici diretti alle imprese, al turismo, e migliorerà la coesione territoriale del Paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Coronavirus, primo caso a Napoli: cinquantenne in buone condizioni

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento