Essere madre in Campania è più difficile che al Nord: il rapporto di Save the Children

Sono i dati che emergono dal secondo Rapporto sulla condizione materna in Italia, diffuso oggi – alla vigilia della Festa della Mamma – da Save the Children

Le madri campane hanno figli in età sempre più avanzata, impegni familiari che le costringono spesso a rinunciare al lavoro e al tempo libero, con un welfare che non riesce ad agevolarle.

È il difficile quadro che emerge dal secondo Rapporto sulla condizione materna in Italia, diffuso oggi – alla vigilia della Festa della Mamma – da Save the Children.

Secondo quanto raccolto da Save the Children, a seconda di dove si vive la scelta di diventare mamma può pregiudicare o meno la condizione sociale, professionale ed economica di una donna.

Il quadro generale del Paese appare infatti particolarmente squilibrato, tra regioni del Nord più virtuose e regioni del Sud in maggiore difficoltà. Come l'anno scorso il Trentino-Alto Adige è la regione “amica delle mamme” per eccellenza, davanti a Val d'Aosta, Emilia-Romagna, Lombardia e Piemonte. Chiude la Sicilia, con la Campania terzultima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

Torna su
NapoliToday è in caricamento