Maison Signore ed Enzo Miccio, nuova sede a Napoli

Inaugurazione a Via Calabritto 20 il 12 novembre. Attese centinaia di future spose che renderanno omaggio alle tre collezioni Signore Excellence, Victoria F. e Valeria Marini Seduction

Valeria Marini

Palazzo Calabritto, Via Calabritto 20: è questo il nuovo indirizzo della sede di Maison Signore e del wedding stylist Enzo Miccio che sarà inaugurata a Napoli il 12 novembre alle 18.

Quasi trecento metri quadri nei quali tutto ricorda i fasti dei grandi Atelier Francesi degli anni '30 faranno da cornice agli abiti della Maison in un dei palazzi simbolo della moda italiana: proprio Via Calabritto 20 è stato l'indirizzo di Fausto Sarli, grande maestro dell'alta moda e degli abiti da sposa.

All’inaugurazione sono attese centinaia di future spose che renderanno omaggio alle tre collezioni Signore Excellence, Victoria F. e Valeria Marini Seduction ed alla creatività di un’azienda apprezzata per le linee sensuali dei suoi abiti che accarezzano il corpo esaltandone le forme. Non a caso, la stampa ha definito i wedding dress della Maison “vere e proprie sculture da indossare nel giorno del matrimonio dai ricami minuziosi, rigorosamente italiani ed hand-made”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Rapina ed estorsione ai danni di turisti: fermato 15enne

    • Cronaca

      Pompei, tenta il suicidio tagliandosi la gola: salvato

    • Cultura

      "Tre volte 10", lo spettacolo di Maradona e Siani a giugno al San Paolo

    • Cronaca

      Addio a Lucio Damiani, presidente dello storico complesso turistico

    I più letti della settimana

    • Alta velocità, stangata per i pendolari: "Aumenti del 35%"

    • Città della Scienza, si cerca un Coordinatore per il nuovo Planetario 3D

    • Anm in rosso: il 10 febbraio sciopero di bus, metro e funicolari

    • Napoli prima città per incremento delle imprese commerciali regolari

    • Inglese: nel 2016 gli italiani lo hanno studiato soprattutto per lavoro, ma è in aumento il numero di chi lo fa per cultura personale

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento