Lavoro, i napoletani tra i meno soddisfatti d'Italia della propria professione

Lo studio dell'Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro

Interesse professionale, conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, clima lavorativo: sono questi i primi tre fattori che determinano la soddisfazione di chi lavora. Secondo l'Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro più di un occupato su due si dichiara altamente soddisfatto del proprio lavoro in Italia.

Non è così, invece, a Napoli, dove solo poco più di un terzo dei lavoratori esprime un elevato gradimento per la propria professione (39,7%).

I NUMERI

Tra gli elementi che fanno apprezzare maggiormente la propria occupazione ci sono: l'interesse (al 1° posto con il 63,7%), i tempi di percorrenza del tragitto casa-lavoro (al 2° posto con il 62%), il clima lavorativo e le relazioni con i colleghi (al 3° posto con il 57,4%). Insomma bisogna avere un lavoro interessante, vicino casa e con dei simpatici colleghi. A seguire, poi, la stabilità garantita dal proprio lavoro (52,5%), lo stipendio (32%) e l' opportunità di ottenere avanzamenti di carriera (28%).

L'Osservatorio ha poi stilato una classifica delle 107 province italiane in cui i lavoratori, con un' età superiore ai 15 anni, mostrano un alto livello di gradimento per il loro lavoro. In cima alla classifica troviamo la provincia di Bolzano, dove quasi i tre quarti degli occupati sono altamente soddisfatti (74,8%). Se si prendono in considerazione, poi, i Comuni con oltre 250 mila abitanti è Verona la prima in classifica, con una quota di lavoratori altamente soddisfatti pari al 65,2%. La percentuale rilevata nella città veneta è superiore di oltre 34 punti percentuali rispetto a quella registrata dall' ultima città in classifica, Messina (31%) e di 25 punti percentuali rispetto a Napoli. Quest'ultima, infatti, è penultima in classifica perché qui solo IL 39.7% dei lavoratori esprime un elevato gradimento per la propria professione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento