Ippodromo di Agnano, corsa contro il tempo per salvare i 400 lavoratori

La Cgil: "Serve chiarezza sul futuro dei lavoratori della struttura. Chiediamo risposte al governo"

La Slc Cgil chiede "chiarezza sul futuro dei circa 400 lavoratori dell'Ippodromo di Agnano". È quanto emerge al termine dell'incontro tra i sindacati e i vertici dell'Ippodromo partenopeo.
Sarà necessario attuare la procedura di mobilità il cui termine ultimo - per evitare la liquidazione - è il prossimo 31 marzo.

"È nuovamente messo in crisi il perimetro occupazionale dell'ippodromo di Agnano, una vicenda caratterizzata da incertezze e ritardi – denunciano le sigle sindacali – Il Ministero delle Politiche Agricole ha ormai da troppo tempo disatteso le intese già assunte facendo correre il serio rischio di far precipitare il mondo dell'ippica in un baratro e soprattutto mettendo a repentaglio i posti di lavoro".

I prossimi giorni saranno determinanti per i lavoratori. La situazione è critica, per l'incertezza che persiste sulla gara per l'assegnazione della struttura da parte del Comune di Napoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Vogliamo – spiega Alessandra Tommasini, segretario generale Slc Cgil Napoli e Campania – risposte certe sul futuro dei lavoratori dell'ippodromo di Agnano. Le chiediamo soprattutto al Governo che ad oggi non ha mantenuto fede agli impegni assunti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento