500 milioni di euro per le piccole e medie imprese del Sud

Siglato a Napoli da Cassa Depositi e Prestiti e UBI Banca un protocollo d'intesa per rilanciare il Mezzogiorno facilitando l'accesso al credito dei piccoli e medi imprenditori

E' stato sottoscritto a Napoli, nei locali storici della Camera di Commercio partenopea, a via Sant'Aspreno, il Protocollo d'intesa tra Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e Ubi Banca che sancisce l'avvio della collaborazione finalizzata a realizzare iniziative congiunte per il rilancio delle piccole e medie imprese meridionali attraverso un più facile accesso al credito

CDP ha infatti sottoscritto un prestito obbligazionario UBI per complessivi 500 milioni di euro che sarà impiegato integralmente in nuovi finanziamenti alle piccole e medie imprese delle 8 regioni del Mezzogiorno d'Italia:  15milioni di euro l'importo massimo finanziabile, con scadenza non inferiore a 36 mesi, in modo da supportare la realizzazione di investimenti a medio e lungo termine.   

L'iniziativa si inquadra nelle linee strategiche del Piano industriale 2019/2021 di Cassa Depositi e Prestiti che prevede, in sinergia e complementarietà con il sistema bancario, specifiche azioni di supporto alle imprese del Mezzogiorno, promuovendo un allungamento delle scadenze dei finanziamenti.

Oltre alla concessione di liquidità, la collaborazione tra CDP e Ubi riguarda anche altri ambiti tra cui, in particolare, l'attivazione di strumenti di garanzia che contribuiscano a migliorare le possibilità e le condizioni di accesso al credito bancario. La collaborazione tra CDP e Ubi punta inoltre a sviluppare ulteriori strumenti finanziari per attirare investitori privati nelle regioni del Sud Italia e a sostenere, in co-finanziamento, progetti di crescita e innovazione delle piccole e medie imprese.

"L'intesa sottoscritta con Ubi rappresenta un importante pilastro della strategia di CDP per sostenere e innovare l'accesso al credito delle imprese italiane - ha spiegato Nunzio Tartaglia, Responsabile CDP Imprese - il protocollo siglato a Napoli consentirà di fare affluire ingenti risorse a medio e lungo termine in quelle aree del Paese che più necessitano di un sostegno finanziario per attivare un processo virtuoso di sviluppo e crescita, in linea con gli obiettivi del nostro Piano Industriale".

"La sottoscrizione del presito obbligazionario Ubi da parte di CDP - ha detto Frederik Geertman, Chief Commercial Officer e vice direttore generale di Ubi Banca -  consente un incremento del sostegno alle imprese del Mezzogiorno, in una corretta logica di mercato. L'accordo firmato a Napoli consente inoltre di mettere in campo strumenti finanziari innovativi ed efficaci per accompagnare lo sviluppo delle imprese italiane e supportare i loro piani di investimento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Tweet su Coronavirus e colera, Borrelli e Simioli: "Abbiamo deciso di denunciare Feltri"

Torna su
NapoliToday è in caricamento