Il futuro del digitale mette l’uomo al centro

Sopra Steria all’EY Digital Summit promuove un nuovo umanesimo per l’evoluzione della tecnologia

Una responsabilità economica e soprattutto etica per le grandi aziende. Questa la sfida che ha portato Sopra Steria a sostenere l’EY Digital Summit, a Capri dal 4 al 6 ottobre, con l’obiettivo di ribadire la centralità dell’uomo nella trasformazione digitale.

Stefania Pompili, Amministratore Delegato di Sopra Steria Italia, interverrà in dialogo con altri esperti del settore per portare la visione di una delle società leader in Europa nella trasformazione digitale, che rispondono nel concreto a 4 degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG’s) dell’Agenda 2030: promuovere un’educazione paritaria, combattere il gender gap, implementare innovazione e creare nuove opportunità di impiego.

Le tecnologie che al momento guidano i maggiori cambiamenti sono di proprietà di un numero sempre più piccolo di aziende e questo comporta un potere sproporzionato sia economico sia sociale. D’altro canto, i sistemi legali faticano a tenere il passo. Il futuro è oggi!” - afferma Stefania Pompili e prosegue: “Bisogna creare competenze utili e intervenire su sistemi educativi che abilitino al digitale e sviluppino senso critico per avere cittadini – e quindi risorse – preparate e consapevoli. Siamo in prima linea per rendere il digitale accessibile e inclusivo, disincentivando la polarizzazione di reddito, genere e territorio. In una battuta: bisogna sì accelerare, ma valorizzando il capitale umano!"

Dai valori all’azione: Sopra Steria in concreto

  • Delle 1100 risorse impiegate nelle 7 sedi italiane di Sopra Steria, 458 hanno un’età inferiore ai 35 anni: quasi il 50%
  • Da gennaio a oggi, le nuove assunzioni sono state 203 (+25%)
  • Le risorse femminili si attestano al 30% in Sopra Steria Italia e al 32% nel gruppo
  • Il 38% del personale è qualificato con lauree STEM e l’11% è donna

Così l’Amministratore Delegato, Stefania Pompili: “Il nostro obiettivo è crescere, crescendo tutte e tutti, coinvolgendo sempre più professionalità STEM e promuovendo la “diarchia nei ruoli apicali. Stiamo intensificando le collaborazioni con Università e Istituti al fine di sensibilizzare i giovani sulle sfide concrete che il mondo del lavoro offre in Italia oggi, anche e soprattutto al Sud dove Sopra Steria ha costituito due centri di eccellenza (Napoli e Ariano Irpino), e parallelamente attrarre risorse senza distinzioni di genere.

Una gestione partecipata, un ambiente connesso

Sopra Steria Italia ha lanciato lo scorso dicembre il progetto di trasformazione “New Way”, pensato ad hoc per favorire uno scambio continuativo tra il management e le risorse e definito a partire dalle richieste dei dipendenti - a tutti i livelli - per far sì che siano gli input interni a dare la visione e indicare le aree di miglioramento. I contenuti dell’attività sono stati disegnati da 15 direttori (10 membri del board, 5 direttori e vicedirettori di Business Unit; di questi 3 sono donne) e 57 dalla seconda linea, con il fine di definire le aree di intervento per implementare il Piano Strategico 2023.

Sopra Steria all’EY Summit di Capri

Sabato 5 ottobre, ore 15:40 - In plenaria, Stefania Pompili, AD di Sopra Steria Italia, si confronta con le colleghe manager di Microsoft, SAP e SAS sulla leadership al femminile

Sabato 5 ottobre, ore 17:30 - Stefania Pompili interviene su “La Metamorfosi del leader”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • La migliore pizza fritta del mondo è di Melito: per celebrare il titolo pizze gratis per tutti

  • Un Posto al Sole, anticipazioni: pesanti le accuse per Diego

  • Raffica di controlli al Rione Sanità: centinaia di persone identificate

Torna su
NapoliToday è in caricamento