Banco di Napoli incorporato in Intesa Sanpaolo, Napolitano: "Esprimo rammarico"

Per l'ex Presidente della Repubblica "il Banco di Napoli è stato rappresentativo dei ceti produttivi del popolo meridionale, e ha contribuito al riequilibrio tra Nord e Sud"

"La piena integrazione, già in atto da tempo, del Banco di Napoli nella struttura di Banca Intesa San Paolo ha risposto a esigenze incontestabili di razionalità ed efficienza. Nel momento in cui si è ritenuto che il soddisfacimento di tali esigenze, in un contesto molto difficile per l'intero sistema bancario italiano, si debba spingere fino al punto di cancellare, almeno sul piano giuridico-formale, lo storico istituto di credito del Mezzogiorno, non posso non esprimere rammarico e preoccupazione". Lo ha dichiarato il Presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Per Napolitano "bisogna rendere omaggio alla storia del Banco, che ha costituito una grande realtà rappresentativa dei ceti produttivi e del popolo dei risparmiatori delle regioni meridionali, dando contributi essenziali nel contrastare lo squilibrio tra Nord e Sud".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Sondaggio, il 58% dei campani è favorevole al reddito di cittadinanza

  • Cronaca

    Zona ospedaliera, bus completamente distrutto dalle fiamme

  • Cronaca

    Pompei, trovati 23 kg di droga in un'auto: due arresti

  • Notizie SSC Napoli

    Pallone d'oro africano, brutte notizie per Koulibaly: fuori dalla top ten

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 10 al 14 dicembre: la verità sull'omicidio è vicina

  • Disoccupati in piazza: "Blocchiamo la città"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 17 al 21 dicembre

  • Agguato a Napoli, un morto e un ferito

  • Scossa di terremoto: tremano le province di Napoli e Salerno

  • Liverpool-Napoli: come vedere la partita

Torna su
NapoliToday è in caricamento