menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Crisi, famiglie in difficoltà: cresce la richiesta di farmaci gratuiti

I dati di Fondazione banco farmaceutico onlus ne registrano un aumento del 146 per cento. In molti in difficoltà anche nel pagare i ticket. L'8 febbraio si terrà una giornata di raccolta farmaci

Farmaci

A Napoli la crisi si misura anche attraverso il boom di richieste al Banco farmaceutico: in sei anni, dal 2007 al 2013, la povertà sanitaria nel capoluogo partenopeo è aumentata del 146%. Questo il dato che emerge dal dossier della Fondazione banco farmaceutico onlus. Aumentano le famiglie o i singoli cittadini che hanno difficoltà ad acquistare i medicinali, si legge nel dossier, o anche solo a pagare il ticket, e che quindi si rivolgono agli enti assistenziali sostenuti dal Banco. La richiesta di medicinali passa dai 1.962 del 2007 ai 4.815 del 2013.

“Una crisi silenziosa - dice la delegata territoriale di Napoli della Fondazione, Tiziana Donnianni - che sta colpendo anche le famiglie italiane, generando una nuova fascia di povertà. Quello che lanciamo - continua la Donnianni - è un vero e proprio campanello di allarme. Il nostro auspicio è che nuove farmacie aderiscano alla giornata di raccolta del prossimo 8 febbraio, affinché, la nostra risposta al fabbisogno farmaceutico sia ancora più incisiva”.

“Le difficoltà dei cittadini - dice Michele Di Iorio, presidente di Federfarma Napoli - coincidono con quelle della categoria (dei farmacisti, ndR). Nonostante ciò non ci sottraiamo ad importanti momenti di solidarietà come quello promosso dal Banco Farmaceutico, anzi auspichiamo di arruolare il maggior numero di farmacie possibile per il prossimo appuntamento di febbraio”. “Auspico che oltre all'invito ai cittadini ad acquistare farmaci per donarli - dice Vincenzo Santagada, presidente dell'Ordine dei Farmacisti della Provincia di Napoli - possano i colleghi stessi devolvere al Banco Farmaceutico, i margini di guadagno sull'acquisto degli stessi medicinali”.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Stefano, la telefonata alla fidanzata dopo l'incidente: "Sto bene". Poi la fine

    • Cronaca

      Tutti i dettagli dell'arresto di Ciro Nappo

    • Cronaca

      Carla Caiazzo, lacrime e dolore: la toccante intervista a "I Fatti Vostri"

    • Cultura

      "Dalla testa ai piedi", i quadri di Mariano Bruno e Rosanna Avenia

    Torna su