Evasione fiscale: firmato accordo Comune e Agenzia delle Entrate

Firmato questa mattina l'accordo tra Comune e Agenzia delle Entrate. Il Comune dovrà segnalare all’Amministrazione finanziaria i contribuenti che adottino comportamenti potenzialmente evasivi. In cambio riceverà il 30% dei tributi statali riscossi a titolo definitivo grazie alla collaborazione. Fondi che serviranno ad abbassare gli oneri fiscale di tutti

im000049Un passo in avanti nella lotta all’evasione fiscale è stato compiuto questa mattina a Palazzo San Giacomo, sede del municipio di Napoli.
È stato infatti firmato qualche ora fa nella Sala Giunta un protocollo d’intesa dal Sindaco Rosa Russo Iervolino, dall’Assessore alle Risorse Strategiche Riccardo Realfonzo e da Enrico Sangermano, Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate Campania che sancisce la collaborazione tra il Comune e l’Agenzia delle Entrate.

Entrambe le parti sono chiamate in causa attivamente nel condiviso intento di assicurare il progressivo sviluppo di una sempre maggiore sinergia volta a contrastare l’evasione fiscale.

Come sottolinea il Sindaco Iervolino: “Nel nostro paese il livello di evasione fiscale è un po’ più alto rispetto a quello degli altri. C’è quindi bisogno di puntare sulla formazione, all’interno delle scuole, verso l’educazione civica e verso questo dovere che mette, se rispettato, le istituzioni in grado di offrire migliori servizi ai cittadini”.

“È inammissibile che ci siamo persone che vengono meno a questo obbligo”: fa notare il dott. Sangermano. “É proprio per questo motivo – continua il Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate – che tale iniziativa risulta essere importantissima. Grazie al lavoro congiunto con il Comune di Napoli sarà possibile combattere l’illegalità diffusa”.

Il Comune dovrà segnalare all’Amministrazione finanziaria i contribuenti che adottino comportamenti potenzialmente evasivi, soprattutto nei settori immobiliare, del commercio, dell’edilizia, delle libere professioni e per quanto concerne il fenomeno delle residenze fittizie all’estero. In questo modo attraverso questa modalità di collaborazione viene a ricoprire un ruolo di primo piano nell’attività di controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Al Comune di Napoli, che implementa questa attività senza oneri, andrà il 30% dei tributi statali riscossi a titolo definitivo grazie alla collaborazione prevista dalla suddetta convenzione. Questo incremento delle entrate costituirà la base per abbassare gli oneri fiscali di tutti i cittadini.

“L’intesa con l’Agenzia delle Entrate - afferma l’Assessore alle Risorse Strategiche del Comune di Napoli - è particolarmente significativa perché testimonia l’importante sforzo fatto dall’Amministrazione partenopea nella lotta all’evasione e rappresenta il primo caso in cui un grande Comune italiano sigla un’intesa mirata a perseguire lo scambio sinergico di informazioni per il condiviso obiettivo del contrasto all’evasione, locale ed erariale.”

Pagare tutti per pagare meno, quindi.

im000050
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Nuovi focolai in Campania: isolata la palazzina della donna incinta e positiva

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

Torna su
NapoliToday è in caricamento