Evasione fiscale: firmato accordo Comune e Agenzia delle Entrate

Firmato questa mattina l'accordo tra Comune e Agenzia delle Entrate. Il Comune dovrà segnalare all’Amministrazione finanziaria i contribuenti che adottino comportamenti potenzialmente evasivi. In cambio riceverà il 30% dei tributi statali riscossi a titolo definitivo grazie alla collaborazione. Fondi che serviranno ad abbassare gli oneri fiscale di tutti

im000049Un passo in avanti nella lotta all’evasione fiscale è stato compiuto questa mattina a Palazzo San Giacomo, sede del municipio di Napoli.
È stato infatti firmato qualche ora fa nella Sala Giunta un protocollo d’intesa dal Sindaco Rosa Russo Iervolino, dall’Assessore alle Risorse Strategiche Riccardo Realfonzo e da Enrico Sangermano, Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate Campania che sancisce la collaborazione tra il Comune e l’Agenzia delle Entrate.

Entrambe le parti sono chiamate in causa attivamente nel condiviso intento di assicurare il progressivo sviluppo di una sempre maggiore sinergia volta a contrastare l’evasione fiscale.

Come sottolinea il Sindaco Iervolino: “Nel nostro paese il livello di evasione fiscale è un po’ più alto rispetto a quello degli altri. C’è quindi bisogno di puntare sulla formazione, all’interno delle scuole, verso l’educazione civica e verso questo dovere che mette, se rispettato, le istituzioni in grado di offrire migliori servizi ai cittadini”.

“È inammissibile che ci siamo persone che vengono meno a questo obbligo”: fa notare il dott. Sangermano. “É proprio per questo motivo – continua il Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate – che tale iniziativa risulta essere importantissima. Grazie al lavoro congiunto con il Comune di Napoli sarà possibile combattere l’illegalità diffusa”.

Il Comune dovrà segnalare all’Amministrazione finanziaria i contribuenti che adottino comportamenti potenzialmente evasivi, soprattutto nei settori immobiliare, del commercio, dell’edilizia, delle libere professioni e per quanto concerne il fenomeno delle residenze fittizie all’estero. In questo modo attraverso questa modalità di collaborazione viene a ricoprire un ruolo di primo piano nell’attività di controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Al Comune di Napoli, che implementa questa attività senza oneri, andrà il 30% dei tributi statali riscossi a titolo definitivo grazie alla collaborazione prevista dalla suddetta convenzione. Questo incremento delle entrate costituirà la base per abbassare gli oneri fiscali di tutti i cittadini.

“L’intesa con l’Agenzia delle Entrate - afferma l’Assessore alle Risorse Strategiche del Comune di Napoli - è particolarmente significativa perché testimonia l’importante sforzo fatto dall’Amministrazione partenopea nella lotta all’evasione e rappresenta il primo caso in cui un grande Comune italiano sigla un’intesa mirata a perseguire lo scambio sinergico di informazioni per il condiviso obiettivo del contrasto all’evasione, locale ed erariale.”

Pagare tutti per pagare meno, quindi.

im000050

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

Torna su
NapoliToday è in caricamento