"Dalle Ecoballe alle Piramidi del Sole"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

COMUNICATO STAMPA del 16.12.2013

"DALLE ECOBALLE ALLE PIRAMIDI DEL SOLE":

Un progetto alternativo all'inceneritore, per la tutela dell'ambiente e della biodiversità, per la salute, lo sviluppo eco-compatibile ed il lavoro

La legge di iniziativa popolare, oggi Legge n. 1/2013 della Regione Campania, ha scelto il Sole come sua primaria fonte di energia per ogni sua attività, civile e produttiva, promuovendone la diffusione nelle sue diverse forme e tecnologie su tutto il territorio, in armonia con la migliore fruizione e conservazione di esso, in rapporto ai bisogni della popolazione e della piena tutela della Biodiversità naturalistica, storica e culturale e della piena compatibilità con l'agricoltura ed il verde.

Tale principio, espresso nel primo articolo della legge, avvalorato dal grandissimo consenso avuto nella raccolta delle firme, nelle adesioni e nella partecipazione, costituisce perciò il riferimento fondamentale, a cui anche le scelte delle istituzioni, locali e regionali debbono necessariamente rapportarsi.

Le iniziative e le battaglie in atto per la promozione e la realizzazione dei Piani Energetici Solari Comunali (P.E.S.C.) hanno tale primario ineludibile obbiettivo e naturalmente hanno nel territorio la fonte della loro realizzazione. Più cresce la consapevolezza della assoluta insostenibilità e allo stesso tempo dell'esaurirsi delle fonti fossili, più cresce la domanda del "Solare" e del bisogno di "nuovo territorio"; alto è il rischio di sottrarre territorio ad altre fondamentali necessità dell'attività umana, alla Natura e alla Biodiversità,

Di qui la necessità di Linee Guida per l'attivazione dei Piani Solari, capaci di coniugare armonicamente la cultura e la diffusione del solare alle altre esigenze dell'Uomo e della Natura. Fra di esse, risulta fondamentale la 7^ Linea Guida: "individuazione delle aree già fortemente degradate e di difficile recupero per la produzione di energia solare a servizio delle Comunità locale".

In tale prospettiva, giovedì 19 dicembre 2013 alle ore 16,00 - alla sala 'Nugnes' del Consiglio Comunale di Napoli (via Verdi - ad. Piazza Municipio)

la Rete Campana per la Civiltà del Sole e della Biodiversità presenterà la sua proposta progettuale alternativa, dal titolo:

"Dalle Ecoballe alle Piramidi del Sole"

In tale incontro pubblico sarà illustrata l'idea alla base del progetto e saranno forniti i dati dell'energia producibile, dei costi e dei benefici prevedibili, a fronte dell'ipotizzata realizzazione del nuovo inceneritore.

__________________________________________________________________

UFFICIO STAMPA R.C.C.S.B. (civiltadelsole@gmail.com )

à Contatti: Ermete Ferraro (349 3414190)

Torna su
NapoliToday è in caricamento