Crisi Auchan: dipendenti pronti a lavorare di più e guadagnare meno

Sarebbe questa la svolta per il centro commerciale di via Argine. I sindacati avevano invece alzato muro contro la proposta aziendale di portare l'orario settimanale da 38 a 40 ore

La forte crisi tocca ormai anche i grandi centri commerciali. Un mese fa si rompevano le trattative tra sindacato ed azienda riguardanti gli esuberi del personale dei centri Auchan di via Argine a Napoli, di Nola e di Giugliano.  Un situazione davvero nera ma, come si legge sul Mattino, per l'ipermercato di via Argine ci sarebbe stata una svolta.

A quanto pare, i dipendenti (oltre 200) sarebbero disposti a fare orari di lavoro più lunghi e a guadagnare meno, pur di salvare il posto di lavoro. Una decisione che potrebbe creare una frattura con i sindacati che invece avevano rifiutato la richiesta dell'azienda di portare l’orario di lavoro settimanale da 38 a 40 ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento