Atitech salva in extremis, garanzie per i lavoratori

Firmato ieri sera l'accordo sul futuro di Atitech. Il polo di Capodichino sarà ceduto con garanzie per 800 lavoratori. Alitalia si impegna ad affidare ad Atitech per 5 anni la manutenzione in esclusiva di tutti gli aerei, inclusi quelli di lungo raggio

Sotto la regia del sottosegretario alla presidenza del consiglio Gianni Letta è stato firmato a Palazzo Chigi l'accordo con i sindacati futuro di Atitech. Il polo di Napoli Capodichino sarà ceduto a Manutenzioni Aeronautiche, la newco partecipata da Meridie (75%), dalla nuova Alitalia (15%) e da Finmeccanica (10%) con garanzie per i 653 lavoratori. A loro si aggiungono altri 150 lavoratori dell'indotto.

Così Atitech è salva. Il polo di manutenzione pesante degli aerei della vecchia Alitalia in amministrazione straordinaria evita il fallimento sul filo di lana.

Il consiglio di amministrazione di Atitech, aperto oggi e rimasto sospeso, potrà dunque deliberare la cessione con il trasferimento del 100% delle azioni della società giudicata "in grado di soddisfare la domanda proveniente dall'Europa e dall'intero bacino del Mediterraneo". Soddisfatti i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti e Sdl per i quali sono state ottenute garanzie per i lavoratori, anche per i 150 dell'indotto, e anche perché la nuova azienda può avviare l'attività e svilupparsi puntando a diventare un polo manutentivo europeo di eccellenza.

L'accordo prevede che gli acquirenti conservino le proprie partecipazioni in Atitech per almeno 5 anni, l'impiego a regime, nel 2014, di 500 lavoratori selezionati da quelli posti in cassa integrazione straordinaria. Per quelli che saranno reinseriti nel ciclo produttivo, la cig sarà a rotazione a partire dall'ultimo trimestre 2010 esclusi i 60 dipendenti che saranno assorbiti dal gruppo Finmeccanica e dei 70 che al termine del periodo di massimo sette anni ammortizzatori sociali (4 di cigs e 3 di mobilità) avranno raggiunto l'età pensionabile.

A tutti gli assunti verrà applicato il contratto dei lavoratori di terra della Nuova Alitalia. Entro sette giorni dalla firma dell'accordo, le parti definiranno la nuova organizzazione del lavoro a livello aziendale, "condizione essenziale per la cessione delle azioni". Ai lavoratori assunti verrà riconosciuto un incentivo su base mensile, pari a quanto eventualmente perduto, al raggiungimento degli obiettivi di produzione e confermati gli scatti di anzianità.

Alitalia si impegna ad affidare ad Atitech per 5 anni dal 2010 la manutenzione in esclusiva di tutti gli aerei, inclusi quelli di lungo raggio. Finmeccanica cercherà nelle proprie società eventuali opportunità di lavoro da affidare ad Atitech. Che potrà avvalersi delle misure che la Regione Campania individuerà nell'ambito delle risorse immediatamente disponibili sul Par-Fas 2007-2013 (programma attuativo dei fondi per le aree sottoutilizzate). L'investment company di Napoli Meridie presieduta da Gianni Lettieri (che è anche presidente degli industriali di Napoli), dedicata alle imprese del centro-sud Italia ha confermato il proprio interesse per il settore aeronautico finalizzando, nei giorni scorsi, il contratto per 2,5 milioni di euro per l'acquisizione del 25% di Livingston, compagnia aerea privata di voli di linea e charter.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

  • Allerta meteo per forte vento, scuole chiuse a Napoli il 12 novembre

  • Maltempo, via Imbriani chiusa: crolla un cornicione

Torna su
NapoliToday è in caricamento