A San Giorgio a Cremano partono gli "Shopping Days"

Al via il progetto promosso dall'Assessorato alle Politiche Giovanili in collaborazione con l’Assessorato allo Sviluppo Economico. Gli "Shopping Days" prevedono fino al 31 dicembre sconti negli acquisti del 10% per giovani dai 16 ai 32 anni e anziani oltre i 65

Si chiama “Shopping Days” l’iniziativa partita qualche giorno fa per incentivare i consumi e l’economia del Comune di San Giorgio a Cremano.

Promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili in collaborazione con l’Assessorato allo Sviluppo Economico, il progetto prevede fino al 31 dicembre uno sconto del 10%, presso gli esercizi convenzionati,  per i giovani dai 16 ai 32 anni e gli anziani over 65.

L’Assessore alle Attività Produttive Salvatore Petrilli spiega che attraverso lo “Shopping Days”:
"L’interesse dell’Assessorato è quello di incentivare gli acquisti in città. Sappiamo benissimo – dice Petrilli - quale sia il momento economico, soprattutto per i commercianti di San Giorgio che con tutta una serie di motivi sia urbanistici che fiscali non stanno vivendo un periodo non molto felice. Per questo motivo stiamo cercando, con il minimo delle risorse disponibili, di promuovere iniziative che possano aiutarli a vendere di più".
 
Questo progetto permetterà di acquistare in ben 60 negozi convenzionati. Nell’iniziativa sono coinvolte palestre, negozi di abbigliamento, cartolerie, diversi servizi commerciali che vanno dall’ottica alla calzatura, alla farmacia. Insomma, c’è un’offerta variegata.

Renato Carcatella, Assessore alle Politiche Giovanili, molto attento ai giovani del territorio e non solo dichiara: "É un’opportunità che viene data ai ragazzi di spendere nel territorio dove vivono, a San Giorgio, avendo uno sconto. Ci troviamo in una situazione economica che è difficile anche per i ragazzi. Il nostro – continua - è stato un tentativo e mi auguro che sia apprezzato dai cittadini".

“Shopping Days” è un’ iniziativa che, per una città come San Giorgio a Cremano vive di commercio, aiuterà sicuramente le attività commerciali e in secondo luogo, data la crisi generale, si propone di andare incontro alle esigenze e alle spese sia dei consumatori, facendoli risparmiare quando e dove possibile che dei commercianti, rimettendo in circolo l’economia.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

  • Allerta meteo per forte vento, scuole chiuse a Napoli il 12 novembre

  • Maltempo, via Imbriani chiusa: crolla un cornicione

Torna su
NapoliToday è in caricamento