Quando Totò aderì alla massoneria: ritrovato il “testamento spirituale”

Antonio de Curtis entrò nella Fulgor artis romana nel '45, per entrare “in sonno” pochi anni dopo. “Non fu molto attivo, se ne andò deluso”, spiega l'esperto Ruggiero di Castiglione

Totò

La data è il 9 aprile 1945, la firma è Antonio de Curtis Gagliardi: Totò. Pare sia stato ritrovato il modulo riempito dal “principe della risata” per aderire alla loggia massonica Fulgor di Monte di Dio. A riportare la notizia è Repubblica Napoli.

Nel “testamento spirituale” (è così che viene chiamato), Totò rispose a tre domande. "Che cosa dovete all'umanità?", recitava la prima. L'attore rispose: “Amare il prossimo come se stessi. Aiutarlo, fare del bene senza limiti di sorta". Alla seconda, "Che cosa dovete alla patria?", scrisse invece: "Tutto, anche il sacrificio supremo". Infine alla terza, "Che cosa dovete a voi stesso?", il Antonio de Curtis scrisse: "Niente all'infuori del miglioramento spirituale".

Totò divenne Maestro nella loggia Fulgor artis, aveva la possibilità di accettare nuovi massoni a Capri. Poi andò “in sonno” agli inizi degli anni '50. A raccontarne la storia da massone è Ruggiero di Castiglione, partenopeo 45enne romano d'adozione e studioso di massoneria. "Non fu molto attivo come massone – spiega de Castiglione – se ne andò deluso: la loggia non soddisfaceva i suoi ideali di benefattore assoluto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma perché aderire alla massoneria? Secondo de Castiglione, lavorando a Roma Totò si ritrovava saltuariamente a visitare una Napoli gravemente danneggiata dalla guerra. “Voleva fare beneficenza”, prosegue Castiglione, che presenterà un libro sul tema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento