Natale a Napoli 2016, si parte il 7 dicembre: i principali eventi

Presentato a Palazzo San Giacomo il programma degli eventi che animerà la città per tutto il periodo natalizio. La dedica speciale a Luca De Filippo, ad un anno dalla scomparsa

Presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris e l’Assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele hanno presentato il programma del Natale a Napoli 2016 dal titolo "‘E pazzielle".

I giocattoli tradizionali ed eterni saranno dunque al centro del Natale napoletano, accanto ovviamente ai pastori, e come simbolo ci sarà lo strummolo, l’antico gioco di strada, radicato nell’immaginario popolare e nel linguaggio figurato napoletano, e ritrovato da Eduardo nella celebre scena di Natale in casa Cupiello nelle tasche di Luca De Filippo a cui, ad un anno dalla scomparsa, è dedicata la kermesse.

I riflettori sul Natale a Napoli verranno accesi la sera del 7 dicembre, con l’inaugurazione dell'ormai attesa installazione luminosa del Colonnato di San Francesco di Paola in Piazza del Plebiscito

"Non conosco città che come la nostra abbia saputo fare delle festività natalizie un’occasione di socialità così calda e genuina - afferma l'assessore comunale alla Cultura Nino Daniele - . A Napoli, più che altrove, la comunità cittadina si rispecchia nelle scene del presepe, si perde e si ritrova nell’affollamento delle strade, davanti al tripudio delle botteghe alimentari o alla magia dei pastori di San Gregorio Armeno, rinnova il vincolo della solidarietà e dell’affetto nella partecipazione al rito religioso, nell’incontro domestico, nella visita ai presepi".

"Sarà un Natale ricco di culture e di turisti, che attraverserà tutti i quartieri di Napoli con le sue iniziative - spiega il Sindaco Luigi de Magistris - . Sarà un periodo ricchissimo dal punto di vista culturale". 

Ricchissimo il calendario di eventi che animerà la manifestazione. Tra questi, nel Complesso di San Domenico Maggiore, una grande mostra dal titolo "Storie di giocattoli – dal Settecento a Barbie", con giocattoli risalenti a varie epoche, di tipi diversi.

Un programma di appuntamenti fissi nei fine settimana, durante le festività natalizie, di musica e canzoni della tradizione classica napoletana, si svolgerà nella Sala della Loggia al Maschio Angioino, in Casina Pompeiana in Villa Comunale, nella sacrestia della Chiesa di San Severo al Pendino e al Convento di San Domenico Maggiore. 

Riallacciandosi alle pazzielle tradizionali e alla cultura popolare napoletana, sarà organizzata poi una rassegna di guarattelle, tammorre e castagnelle, teatro di figura e musica popolare per le strade della città.

CONTINUA - LE INIZIATIVE

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sangue sulla movida, accoltellato 19enne

  • Cronaca

    Folla inferocita si scaglia contro un'ambulanza del 118: "Calci e pugni da 80 persone"

  • Cronaca

    Ricercato da 10 anni per sequestro di minore, arrestato a Capri: era in un equipaggio della Rolex Cup

I più letti della settimana

  • Liberato è un detenuto del carcere di Nisida? La tesi spopola sul web

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 21 al 25 maggio 2018

  • Travolti fuori dalla metro di Chiaiano: è caccia al pirata della strada

  • Boato nella notte a San Giorgio, paura anche nei comuni vicini: colpito un ristorante

  • Prof manca a scuola da 2 giorni: gli studenti la vanno a trovare e le salvano la vita

  • Un Posto al Sole, anticipazioni (giorno per giorno) dal 21 al 25 maggio 2018

Torna su
NapoliToday è in caricamento