Libere Voci Festival: 10 anni tra musica e cultura alla scoperta dei giovani talenti

Il decennale si chiude con la vittoria degli Abcordis per la sezione Brani Inediti e con l'ex aequo di Arianna Colaci ed Eleonora D'Amanzo per le Cover

Libere Voci Festival 2018

Si è chiusa, venerdì sera, la decima edizione del Libere Voci Festival di Giugliano. Dieci anni di musica, cultura, passione, grandi emozioni e soprattutto di opportunità per i giovani talenti del territorio (e non solo).  

Un progetto nato grazie ai sogni e alla caparbietà dell’associazione “Libere Interpretazioni” che in questi anni ha sempre creduto, e continua a credere, nell’enorme potenzialità del nostro territorio, da sempre serbatoio di talenti. 

A ospitare il festival, gli spazi dell’Auditorium del Quinto Circolo Didattico di Giugliano. Il direttore artistico della manifestazione, Francesco Mennillo, ha condotto la kermesse insieme a Marco Mennillo, al quale, dalla prossima edizione, passerà il testimone.

Due le serate del festival di Napoli Nord e altrettante le categorie in gara, diversi i premi assegnati. Giovedì il concorso canoro ha riguardato i brani inediti. A conquistare le giurie, vincendo ben 3 dei 4 premi a disposizione, è stata la band “Abcordis”. Al gruppo, che la giuria tecnica ha decretato vincitore della gara, sono andati anche il premio della critica “Mimmo Marrone” e il premio “Partner”. A guadagnarsi, invece, il premio assegnato proprio dall’associazione “Libere Interpretazioni”, è stata Giovanna Ferrara.

Vincitrici della seconda serata, dedicata alle “Cover”, due artiste arrivate prime ex aequo (una novità per il festival): Arianna Colaci (vincitrice anche del Premio Partner) ed Eleonora D’Amanzo. A conquistare il premio della critica è stata Giusy Casillo, mentre il riconoscimento “Libere Interpretazioni” è andato a Blu.

Durante le serate è stato assegnato anche uno speciale premio del “decennale” a due ex concorrenti del festival: per il brano inedito il riconoscimento è andato a Francesco Amoruso, mentre per la sezione Cover a vincere è stato Erberto Violetti. Premio del decennale anche a Teleclub Italia, per il supporto dato negli anni alla manifestazione.

Ancora una volta, il festival si mostra non solo come importante momento musicale, ma anche (e soprattutto) come un momento di cultura e aggregazione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si chiude un ciclo per il LibereVociFestival – spiega a NapoliToday Francesco Mennillo -, per dieci anni abbiamo lasciato parlare i giovani, col migliore linguaggio che conosciamo, quello universale dell'arte e della musica. Un polo artistico dove sono nate amicizie e collaborazione costruttive. Marco Mennillo traccerà una nuova strada per il contest grazie alla sua grande conoscenza musicale. A lui un grande in bocca al lupo. Su questa edizione posso solo dire che il livello era molto alto, complimenti ai ragazzi e agli artisti che sanno mettersi in gioco"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Magistris: "Se i contagi fossero stati concentrati al Sud ci avrebbero murati vivi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Forti temporali in arrivo, la Protezione Civile dirama l'allerta meteo

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

Torna su
NapoliToday è in caricamento