Chi è Liberato? "Non ci interessa". Rolling Stone spiega perché smettere di affannarsi nella ricerca

Secondo Matteo Zampollo di Rolling Stone l'identità celata del collettivo musicale napoletano è essa stessa parte della musica di Liberato. "Attribuitegli qualunque identità, ma non rivelatela"

"Chi è Liberato? Chi se ne frega": è questa uno dei passaggi emblematici dell'interessante articolo firmato da Matteo Zampollo per Rolling Stone. Secondo Zampollo è importante che l'identità di Liberato resti celata, perché "l'anonimato di Liberato è esso stesso Liberato". Si tratta di parte del meccanismo che contribuisce al successo dei suoi pezzi e alla grande attesa che ne precede l'uscita. "Vi piace fantasticare? Volete credere alla questione “carcerati di talento”? [...] Fate come vi pare, immaginatevi tutti i possibili mondi paralleli in cui vari cantanti italiani si sono messi un bomber blu e hanno iniziato a cantare in napoletano.  Ma che cosa vi frega, alla fine? [...] Spero che nessuno riesca a scavare fino in fondo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • SKY - Mertens-Napoli, Gattuso sponsor per il rinnovo del belga

Torna su
NapoliToday è in caricamento