Chi è Liberato? "Non ci interessa". Rolling Stone spiega perché smettere di affannarsi nella ricerca

Secondo Matteo Zampollo di Rolling Stone l'identità celata del collettivo musicale napoletano è essa stessa parte della musica di Liberato. "Attribuitegli qualunque identità, ma non rivelatela"

"Chi è Liberato? Chi se ne frega": è questa uno dei passaggi emblematici dell'interessante articolo firmato da Matteo Zampollo per Rolling Stone. Secondo Zampollo è importante che l'identità di Liberato resti celata, perché "l'anonimato di Liberato è esso stesso Liberato". Si tratta di parte del meccanismo che contribuisce al successo dei suoi pezzi e alla grande attesa che ne precede l'uscita. "Vi piace fantasticare? Volete credere alla questione “carcerati di talento”? [...] Fate come vi pare, immaginatevi tutti i possibili mondi paralleli in cui vari cantanti italiani si sono messi un bomber blu e hanno iniziato a cantare in napoletano.  Ma che cosa vi frega, alla fine? [...] Spero che nessuno riesca a scavare fino in fondo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Ex calciatori italiani a rischio povertà, l'ex Napoli Stendardo lancia l'allarme

  • Nuova allerta meteo gialla su Napoli e provincia per 24 ore

  • Pioggia e vento su Napoli e Campania, prorogata l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento