Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Napoli incontra la Grecia: 500 studenti per la Giornata Mondiale della Lingua greca

 

C'è anche una versione in greco antico di "Je so' pazzo" di Pino Daniele tra le migliori esibizioni della quarta Giornata Mondiale della Lingua e della Cultura Greca, che al Maschio Angioino di Napoli ha riunito circa 500 studenti, provenienti soprattutto da Napoli e dalla Campania ma anche da scuole elleniche. Si tratta di una formula consolidata a cui partecipano molti licei classici regionali, coordinati dalla Comunità Ellenica di Napoli e della Campania, attivo gruppo ellenico-partenopeo da cui è partita l'idea - poi approvata dal Parlamento Greco - della Giornata Mondiale della Lingua e della Cultura Greca. 



Il progetto è stato patrocinato - tra gli altri - dalla Camera dei Deputati, dal Ministero dell'Istruzione greco (presente a Napoli il vice Ministro Meropi Tzoufi) e dal Comune di Napoli (è intervenuto il sindaco Luigi de Magistris). Studentesse e studenti si sono sfidati in una maratona di rappresentazioni teatrali, danze e canti. Nello specifico, la versione greca del brano di Pino Daniele è stata messa in scena dal liceo Carducci di Nola. Per il sindaco de Magistris l'enorme partecipazione "è anche un messaggio da inviare all'Unione Europea: noi non ci pieghiamo di fronte ai diktat finanziari e alle ingiustizie, perché il popolo greco e il popolo napoletano hanno nel sangue il senso di libertà e di fratellanza". La maratona proseguirà domani, sabato 9 febbraio. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento