Gigi D'Alessio compie 50 anni: "La canzone napoletana resta il mio pilastro"

"Il Sud ha una creatività e un senso dell'humor straordinarie oltre che tesori davvero unici. La sola Napoli col tesoro di San Gennaro potrebbe salvare l'economia mondiale"

Il titolo scelto per il suo ultimo album è '24.02.1967', giorno della sua nascita. "E' il disco di un cantautore italiano con la fortuna di essere nato a Napoli"; così Gigi D'Alessio all'Adnkronos. Il cantante compie oggi 50 anni.

"Noi del Sud storicamente abbiamo subìto. Ecco perché Napoli ha bisogno sempre di Masaniello ed ecco perché ci siamo così arrabbiati quando abbiamo perso Higuaìn: era un punto di riferimento. Se c'è un calciatore che se ne va dalla Juve, non ci rimangono male i torinesi perché hanno più punti di riferimento. Il Sud e Napoli devono fare sempre qualcosa in più per arrivare. Perché se un giovane canta in napoletano si chiama neomelodico e se canta in italiano è semplicemente un giovane cantante? Neomelodico sembra una razza, è un termine che crea emarginazione. Ma voglio sottolineare che siamo tutti neomelodici dopo Claudio Villa. Semplicemente c’è chi canta in napoletano e chi in italiano".

Per D'Alessio, comunque, "il Sud ha una creatività e un senso dell'humor straordinarie oltre che tesori davvero unici. La sola Napoli col tesoro di San Gennaro potrebbe salvare l'economia mondiale. E anche la lingua napoletana dà di più rispetto all'italiano. I suoni sono fondamentali. Sono già musica. Io mi sono diplomato in pianoforte in conservatorio. La mia formazione è quindi totalmente classica. Quando a questa ho unito la melodia della canzone napoletana ho incontrato qualcosa di meraviglioso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una curiosità: "Quando mi chiesero di fare in italiano 'Non dirgli mai' al Festival di Sanremo, io acconsentii, ma poi sul palco dell'Ariston cantai in napoletano la frase più significativa. Non potevo fare diversamente. E quando ho scelto di cantare in napoletano un album intero, che è 'Malaterra' , è stato un trionfo sentire le mie canzoni in napoletano trasmesse dai più grandi network".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

Torna su
NapoliToday è in caricamento