“Curnuto e mmazziato”, perché si dice così in napoletano

L’espressione è la versione napoletana del detto "oltre al danno la beffa”

Perchè si dice “Curnuto e mmazziato”? A spiegarcelo è il libro "Come se penza a NNapule. 2500 modi di dire napoletani", commentati da Raffaele Bracale e a cura di Amedeo Colella.

Letteralmente significa “becco e percosso”. E’ il modo partenopeo di rendere l’italiano “il danno e la beffa”, prendendo a termine di paragone il povero ovino assurto a modello ed emblema del marito tradito, ma qui simbolo di chi, avuto un torto, debba subire anche lo scherno. Altrove, in maniera molto più icastica e cruda, più estesamente si vuole affermare “a sciorta d’ ‘o piecoro: nascette curnuto e murette scannato”. Cioè “è veramente amara la sorte del becco che nacque cornuto e morì sgozzato”; la medesima sorte, cioè, del marito tradito che oltre a sopportar il peso delle corna, spesso deve subire anche l’onta delle percosse.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Caso lenzuola al Cardarelli: "De Luca nervoso, ma siamo pronti ad inviarle"

  • Cronaca

    Trovata la nuova arma della camorra: la pistola a penna

  • Attualità

    Furiosa lite tra Germano Bellavia e Cruciani. Poi le scuse

  • Cronaca

    Auto in fiamme sulla variante: traffico in tilt

I più letti della settimana

  • Tina Colombo non è più incinta: "Purtroppo ho perso il bambino"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 20 al 24 maggio

  • Si lancia dal ponte della tangenziale e muore a piazza Ottocalli

  • Tangenziale, tir si ribalta: code per 7 km

  • Incidente stradale sull'Asse Mediano, distrutte tre automobili

  • "Portiamo Messi al Napoli. Tu la trattativa e io gli sponsor": l'invito del manager a De Laurentiis

Torna su
NapoliToday è in caricamento