Biblioteca di Scampia, Amazon dona un'area multimediale

Lo spazio è dedicato alla lettura e all'intrattenimento, dispone di Kindle, tablet Amazon e il servizio vocale cloud Alexa

La Biblioteca di Scampia (via Arcangelo Ghisleri Lotto P5, aperta dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 19.30), inaugurata un anno fa presso il centro Officina delle Culture “Gelsomina Verde”, si arricchisce oggi di una nuova area multimediale donata da Amazon. Diventata in un anno un punto di riferimento culturale e sociale per il quartiere, la biblioteca si pone l’obiettivo di aumentare le potenzialità di coinvolgimento ed aggregazione degli abitanti del quartiere anche attraverso incontri con autori e personaggi dello spettacolo, laboratori per bambini e proiezioni audiovisive. 

Ricavata in un ex istituto scolastico utilizzato per anni dalla camorra come deposito di armi e ricovero abusivo per tossicodipendenti, la Biblioteca di Scampia è stata realizzata all’interno del progetto di promozione culturale e sviluppo sociale ideato da Anart – Associazione Nazionale Autori Radiotelevisivi e finanziato da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori. Questo progetto, prodotto da HDRA’, vede anche il sostegno di AIB – Associazione Italiana Biblioteche, dell’Associazione Amici di Città della Scienza, di AIE – Associazione Italiana Editori ed è patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. 

La nuova area multimediale, nata dal programma Amazon nella Comunità, finalizzato a dare un contributo alle comunità dei Paesi in cui Amazon opera, è aperta a tutto il territorio locale e rivolta non solo ai bambini, ma anche gli adulti. Questo spazio è dedicato alla lettura e all’intrattenimento: l’area completamente rinnovata dispone di e-reader Kindle per la lettura, tablet Amazon Fire HD con cui fruire di numerosi contenuti e i dispositivi Amazon Echo per interagire con Alexa, il servizio vocale basato sul cloud, disponibili in Italia dallo scorso ottobre. Nello spazio multimediale realizzato da Amazon è infatti possibile utilizzare tutte le potenzilità delle skills di Alexa, come ascoltare le “news” del giorno o apprendere le lingue straniere, ma anche comandare l’illuminazione della sala, che sarà dotata di lampadine regolabili attraverso i comandi vocali. 

L’Associazione (R)esistenza Anticamorra, già coinvolta lo scorso anno nella realizzazione dell’intera Biblioteca, ha curato l’arredamento dello spazio multimediale con il supporto di 5 detenuti in affido del carcere di Napoli, che hanno costruito i tavoli su cui sono stati create le postazioni con i dispositivi Amazon per permettere ai soci della Biblioteca di leggere, studiare, scrivere e giocare. 

All’interno dell’Officina delle Culture è stato inoltre installato un Amazon Locker, un punto di ritiro self-service dove poter ricevere gli acquisti effettuati su Amazon.it. Coloro che desiderino usufruire di “Geremia”, il nome attribuito a questo locker per identificarlo in fase di ricerca, potranno accedervi diventando soci della Biblioteca con una semplice iscrizione. 

Infine, con il supporto di Amazon, l’Associazione (R)esistenza Anticammora ha creato una Lista dei Desideri su Amazon.it attraverso cui i clienti potranno donare uno o più articoli presenti nella lista  e contribuire così al sostenegno delle attività e della Biblioteca di Scampia. 

“Ringrazio Amazon per il suo progetto e per la sua attenzione nei confronti del nostro territorio. Amazon avvicina i cittadini del quartiere di Scampia all'affascinante mondo dei libri, che grazie anche alle nuove tecnologie sono fondamentali per lo sviluppo culturale dei giovani e per la loro crescita sociale e digitale”, afferma Alessandra Clemente, Assessore ai Giovani e al Patrimonio.“L'opera di riqualificazione e di sostegno di Amazon per i giovani di Scampia é un forte messaggio di rivalsa per tutte quelle persone oneste che da anni si battono per la bellezza del proprio quartiere.” 

“Donare un’area multimediale alla Biblioteca di Scampia denota che Amazon ha una straordinaria visione a lungo termine, perfettamente in linea con la strategia della Giunta De Luca che si propone di non lasciare mai nessuno indietro, soprattutto i giovani che devono riuscire a percepire la speranza”, afferma Antonio Marchiello, Assessore alle Attività Produttive e Ricerca Scientifica della Regione Campania. “L’Amministrazione regionale è vicina a tutte le aziende che come Amazon intendono fare nuovi investimenti in Campania. Infatti, per favorire nuovi investimenti sia nazionali che internazionali, l’Assessorato alle Attività Produttive e Ricerca Scientifica, sta definendo l’attivazione della “ZES Campania” costituita da Zone Economiche Speciali in cui le imprese già insediate o che intendono insediarsi potranno beneficiare di misure di semplificazione e di una serie di agevolazioni fiscali. Inoltre, continueremo a prevedere una serie di strumenti per l’incremento dell’innovazione tecnologica nelle imprese e misure per favorire l’accesso al credito per le PMI. Sono certo che la creazione di nuove occasioni di lavoro per i giovani nel settore dell’innovazione   potrà diventare un efficace strumento di supporto alle periferie nel contrasto alla illegalità”. 

“La storia di Amazon è iniziata con i libri e con la passione per l’innovazione, che continuano a essere i pilastri del nostro DNA” ha commentato Giorgio Busnelli, Media Director di Amazon.it e Amazon.es“All’interno della Biblioteca di Scampia questi due elementi si uniscono: abbiamo dato spazio a prodotti come i Kindle e i tablet Fire, per avvicinare i più giovani alla lettura digitale e permetter loro di accedere a contenuti interattivi e interessanti, ma anche ai dispositivi Echo con Alexa, il nostro servizio vocale che diventa sempre più intelligente e che siamo sicuri stimolerà la fantasia e l’inventiva di bambini e adulti. Siamo orgogliosi di entrare a far parte del progetto della Biblioteca di Scampia ecrediamo che il nostro contributo rappresenterà una grande opportunità per tutti i soci e in generale per gli abitanti del quartiere che avranno, così, la possibilità di leggere i loro libri preferiti e conoscere e utilizzare le tecnologie Amazon.” 

“La realizzazione del sogno di Ciro Corona di dotare di una biblioteca lo spazio dell’Officina delle Culture è per tutti gli autori che l’hanno promosso un motivo di orgoglio”, afferma Linda Brunetta, Presidente dell’Anart e Consigliere di Sorveglianza SIAE. “Il nostro mestiere ci porta a voler diffondere la creatività e il sapere come motori di sviluppo e inclusione sociale. La Società Italiana degli Autori ed Editori, che assolve da 136 anni il compito di tutelare le opere e il lavoro degli autori italiani, non poteva individuare una destinazione più opportuna dei fondi per la promozione del libro e della lettura: una biblioteca sempre affollata di bambini e ragazzi del quartiere di Scampia, che da oggi potranno usufruire delle tecnologie più avanzate grazie ad Amazon”. 

“La biblioteca è aperta a tutti gli abitanti del quartiere di Scampia, e con i volontari dell’associazione ci impegniamo da sempre affinché il maggior numero di persone venga a visitarla, per leggere o per partecipare alle numerose attività culturali che organizziamo. La possibilità ora di svolgere alcune di queste con un supporto digitale grazie alla donazione di Amazon arrichisce la nostra offerta e concretizza il sogno che questo spazio, finalmente restituito al quartiere e alla sua gente, possa diventare un luogo d’incontro vivo, dove le persone condividono idee e contribuiscono allo sviluppo di nuovi progetti", ha dichiarato il presidente dell’Associazione (R)esistenza Anticamorra, Ciro Corona“Cresce sempre di più, anche grazie a questa nuova area multimediale, la biblioteca di Scampia”, ha proseguito Diego Guida, vicepresidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE). “Noi editori vogliamo davvero contribuire in modo importante a questo progetto, per portarlo a una dimensione significativa, tale da svolgere effettivamente un ruolo strategico, culturale ed educativo, verso giovani ed adulti in un territorio difficile e complesso come è la periferia di Napoli. Per questo, in via straordinaria, gli editori di AIE hanno scelto di donare 1.000 libri per consolidare la biblioteca - come contributo di #ioleggoperché, il progetto di AIE per il potenziamento delle biblioteche scolastiche a cui eccezionalmente quest’anno Scampia ha partecipato - che andranno già da marzo ad accrescere ed arricchire l’offerta di libri per adolescenti e adulti. È il nostro modo per festeggiare in modo davvero significativo il primo compleanno della biblioteca". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

Torna su
NapoliToday è in caricamento