Scialatielli al calamaro ripieno: la ricetta napoletana

Un piatto estivo e gustoso ideale per una cena tra amici o un pranzo in famiglia

Un piatto estivo e gustoso ma anche completo. Gli Scialatielli al sugo di calamaro ripieno è una ricetta tipica campana valorizzata dal gusto di una squisita pasta fresca. Prepararli è davvero semplice, la fase più lunga riguarda la pulizia del calamaro dal quale vanno eliminate tutte le interiora facendo attenzione a non lesionare la sacca che andrà farcita con diversi ingredienti. Per la buona riuscita del piatto è importante acquistare calamari freschi e nella pescheria di fiducia. Per chi volesse preparare questo squisito piatto ecco la ricetta napoletana.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di scialatielli
  • 4 calamari medi
  • 200 gr di pane raffermo
  • 500 ml di latte
  • 100 gr di pinoli
  • 10 gr di uva passa sultanina
  • 8 uova
  • 2 manciate di semi di finocchietto selvatico
  • 100 gr di salame tipo Napoli
  • 100 gr di pecorino romano
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 peperoncino
  • 1 kg di pomodori passato San Marzano
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Procedimento:

Pulite internamente i calamari senza eliminare la pelle esterna e separando i tentacoli della test. Eliminate gli occhi e la bocca. Tritate i tentacoli grossolanamente e teneteli da parte. Per il ripieno, in un contenitore sgusciate le uova, aggiungeteci l’uvetta, i pinoli, il salame tagliato a cubetti, una manciata di semi di finocchietto schiacciati, il pecorino grattugiato. Versate il tutto in una padella con un goccio d’olio e cucinate come fossero uova strapazzate. Mettete il pane in ammollo nel latte e appena pronto strizzatelo e unitelo alle uova strapazzate. Cucinate i tentacoli del calamaro in olio con uno spicchio di aglio, aggiustandoli di sale e di pepe, e uniteli alle uova e al pane ottenendo un unico composto. Farcite i calamari con il ripieno lasciando 2 cm di spazio per la chiusura. Con l’aiuto di due stuzzicadenti unite le due estremità in modo da evitare di fuoriuscite durante la cottura. In un tegame fate soffriggere uno spicchio d’aglio, l’olio e il peperoncino, aggiungeteci i calamari e rosolateli su ambo i lati sfumandoli con il vino bianco. Aggiungete il pomodoro passato, una manciata di semi di finocchietto battuti al coltello. Aggiustate di sale e di pepe e lasciate cuocere coperti per un paio di ore a fuoco lento. Lessate gli scialatielli in abbondante acqua salata, scolateli al dente e manteneteli nel sugo da cui avrete tolto i calamari. Servite ben caldo aggiungendo a ogni piatto delle rondelle di calamaro.

Fonte della ricetta: “La cucina napoletana” di Eduardo Estatico e Gerardo Gagliardi

Potrebbe interessarti

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Le tignole: cosa sono e perché è meglio non averle in casa

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

  • Rosmarino: cosa sapere di questa pianta

I più letti della settimana

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Dramma per una famiglia napoletana in vacanza: 42enne muore mentre fa il bagno

  • Renzo Arbore e il saluto a De Crescenzo: “Lucià ti abbiamo portato a Napoli”

  • Dramma in autostrada, motociclista muore decapitato

  • Bimbo ingerisce soda caustica: ricoverato in gravi condizioni al Santobono

  • Dramma in via Marina, scooter contro auto: muore 26enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento