Scialatielli ai frutti di mare: la ricetta napoletana

Il segreto per la perfetta riuscita del piatto risiede nella freschezza dei frutti di mare e nella scelta della pasta da utilizzare: la ricetta classica prevede, infatti, che gli scialatielli siano preparati in casa

Piatto simbolo dell’estate napoletana, gli Scialatielli ai frutti di mare (o Scialatielli allo scoglio) sono un primo piatto di pasta fresca e frutti di mare tipico del litorale campano. Si tratta di una ricetta semplice e veloce dove il sapore rustico della pasta fresca sposa la freschezza dei frutti di mare (cozze, vongole, gamberi o calamari) regalando alla pietanza un gusto unico e inconfondibile. Il segreto per la perfetta riuscita del piatto risiede nella freschezza dei frutti di mare e nella scelta della pasta da utilizzare: la ricetta classica prevede, infatti, che la pasta sia fatta in casa. Gli Scialatielli (formato tipico della costiera amalfitana) nascono dall'inventiva dello chef Cosentino nel 1978 (presentati ad un concorso culinario, gli valsero il premio entremetier dell’anno), ed hanno una forma rettangolare, simile a quella delle tagliatelle, ma sono più spessi e irregolari. Il nome probabilmente deriva da due parole del dialetto napoletano, ovvero, “scialare” (godere) e “tiella” (padella).

Vediamo come preparare in casa gli Scialatielli ai frutti di mare..

LA RICETTA

Ingredienti per 4 persone:

Scialatielli 400 g

Cozze 500 g

Vongole o lupini 500 g

Gamberi 500 g

Calamari 500 g

Aglio 2 spicchi

Olio extra vergine d’oliva q. b.

Prezzemolo q. b.

Procedimento:

Versate le vongole in una ciotola con acqua e sale, e lasciatele per circa 1 ora in modo da farle spurgare. Pulite i calamari, eliminate i tentacoli, e tagliateli a pezzetti. Pulite i gamberi tagliando teste, gusci e code. Pulite le cozze per bene e adagiatele in un tegame con 2 cucchiai di acqua, copritele con un coperchio e lasciate che si aprano spontaneamente a fuoco medio-basso. Dopo che si sono aperte, lasciatele raffreddare, privatele del guscio ed eliminate eventuali residui di barbetta. Filtrate l’acqua delle cozze fuoriuscita in cottura: si consiglia di tenere intere una parte delle cozze per la decorazione finale. L’acqua delle cozze va poi versate nel tegame dove sono le vongole (questo passaggio è importante per dare più sapore la piatto!). In una padella fate soffriggere uno spicchio d’aglio con l'olio e versate le vongole. A questo punto aggiungete le cozze sgusciate e la loro acqua filtrata. Come per le cozze anche per le vongole estraete il mollusco dalle valve conservandone alcune intere per la decorazione del piatto. In un’altra padella soffriggete 1 spicchio d’aglio con olio e aggiungete i calamari e i gamberi. Cuocete per circa 10 minuti. Infine, eliminate l’aglio, e unite tutti gli ingredienti. Cuocete in acqua gli scialatielli regolando di sale (ricordate che il sughetto ai frutti di mare è già salato abbastanza). Scolate la pasta quando è al dente, versatela nel tegame con il sughetto dei frutti di mare e completate la cottura a fuoco vivace lasciando asciugare l’acqua in eccesso. Impiattate i vostri "Scialatielli ai frutti di mare" con una spolverata di prezzemolo e guarnite il piatto con i gusci dei molluschi conservati… Buon appetito!

P.S. Se volete potete aggiungere alla ricetta anche qualche pomodorino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

Torna su
NapoliToday è in caricamento