Roccocò, il dolce della tradizione natalizia napoletana: storia e ricetta

Le origini di questo biscotto natalizio risalgono al 1320: ad averli preparati per la prima volta sarebbero state le monache del Real Convento della Maddalena di Napoli

Che siano duri o morbidi, non può esserci Natale senza di loro. Insieme agli struffoli, i raffioli, i mostaccioli e i susamielli, i roccocò non possono mai mancare sulle tavole dei napoletani. Dalla forma simile a una ciambella, sono biscotti preparati con mandorle, farina, zucchero, canditi e pisto napoletano (un miscuglio di spezie varie) e poi cotti nel forno. Essendo particolarmente duri (oggi è possibile trovare anche i morbidi) possono essere ammorbiditi bagnandoli nel vermouth, nello spumante, nel vino bianco o nel marsala. Le origini della ricetta risalgono al 1320: ad averli preparati per la prima volta sarebbero state le monache del Real Convento della Maddalena di Napoli. Il nome “roccocò”, invece, deriverebbe dal termine francese "rocaille" per via della forma barocca e tondeggiante simile a una conchiglia arrotondata. Per tradizione le famiglie napoletane li preparano l’8 dicembre (giorno dell’Immacolata Concezione) e durante tutto il periodo natalizio. Prepararli però non è cosa semplice. I roccocò devono essere croccanti ma non duri all’esterno e morbidi all’interno. Decisiva è la cottura: se si sbaglia, infatti, si potrebbero ottenere biscotti molto duri e quindi immangiabili soprattutto per chi non ha un'ottima dentatura.

Ecco la ricetta:

Ingredienti per circa 36 roccocò:

  • Farina 1 Kg
  • Zucchero 800 g
  • Mandorle o nocciole 800 g
  • La buccia grattugiata di 2 arance e di 1 limone
  • 1 bustina di vanillina
  • Pisto 15-20 g
  • Ammoniaca per dolci in polvere 4 g
  • Acqua tiepida 300 ml
  •  Cacao q.b.
  • Un pizzico di sale
  • 2 uova

Procedimento

Mescolare in una ciotola la farina, lo zucchero ed il pisto. Aggiungere la buccia grattugiata delle arance e del limone, la vanillina, il cacao e l’ammoniaca. Sciogliere un pizzico di sale nell’acqua tiepida e aggiungere al composto. Amalgamare il tutto fino a formare un panetto. Inserire le mandorle o le nocciole distribuendole in maniera uniforme in tutto il composto. Preriscaldare il forno a 180°. Nel frattempo formare delle ciambelline di medie dimensioni, schiacciandole leggermente e disponendole su una teglia ricoperta di carta forno. Spennellare la loro superficie con il tuorlo sbattuto ed infornare a 180° per circa 20 minuti. Appena tolti dal forno, lasciare raffreddare per 10 minuti circa, prima di staccarli dalla carta da forno. Ecco pronti i vostri roccocò… Buon Natale!

Potrebbe interessarti

  • Capri, in vendita casa da sogno con meravigliosa vista sul Golfo

  • Ogni quanto bisogna lavare le lenzuola e perché

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

  • Il fiore delle streghe: come riconoscere la pianta assassina e perché è pericolosissima

I più letti della settimana

  • Presunto furto in autogrill per la moglie di Gianni Nazzaro: arrestata

  • Lutto nel mondo di Un Posto al Sole, addio alla "madre" di Giulia Poggi

  • Tony Colombo elogia i piatti preparati dalla moglie Tina: "Donne italiane, curate i vostri mariti"

  • Colpo di scena: il Chelsea prova a convincere Sarri a restare a Londra

  • Il noto attore di Un Posto al Sole schiaffeggiato alla fermata del bus: il racconto

  • Scuse di D'Alessio e D'Angelo: la parodia di Palma e Cicchella è virale

Torna su
NapoliToday è in caricamento