Speciale Pasqua napoletana: il lunedì in albis e la frittata di maccheroni

Le gite fuori porta di Pasquetta esigono un menu semplice per la colazione "al sacco": resti di tortano e pastiera, qualche salume della "fellata" e l'immancabile frittata di pasta o meglio "e maccaruni"

Frittata di pasta

Chiudiamo la nostra speciale rubrica culinaria, dedicata alle festività pasquali, con il tipico pranzo "al sacco” del lunedì in albis, giorno in cui, per tradizione, si parte per una scampagnata fuori porta.

Nel pranzo della gita di Pasquetta non potrà mancare una bella fetta di tortano, i resti della “fellata” (affettati vari – salame, salsiccia secca, capocollo-  ricotta salata e uova sode), una sostanziosa fetta di pastiera e l’irresistibile frittata di pasta  (chiamata a Napoli  frittata ‘e maccaruni).

La si può preparare “bianca” o “rossa” (con sugo o senza), con pasta lunga o corta e arricchirla con qualche salume, qualche formaggio (ad esempio pancetta e scamorza o tocchetti di prosciutto cotto e provola ) o con delle spezie. Il risultato sarà sempre garantito.

L’ultima ricetta che vi proponiamo è quindi un vero classico, da cucinare durante tutto l’anno e non solo a Pasqua, in particolare quando vi avanza della pasta già cotta (e magari già condita). La nostra sarà una versione semplice, a voi la scelta della variante preferita.

INGREDIENTI per 4 persone

350 gr di spaghetti (o maccheroni), 5 uova, 20 gr di burro, 50 gr di parmigiano grattugiato, sale e pepe q.b. , 100 ml di latte (facoltativo)

PROCEDIMENTO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

1.    Cuocere la pasta al dente, in abbondante acqua salata
2.    Scolare la pasta e condirla con il burro, lasciarla raffreddare un po’
3.    Battere le uova con sale, pepe e parmigiano (aggiungere eventualmente  il latte per rendere la frittata più “soffice”) e mescolarle ai maccheroni
4.    Scaldare l’olio in una padella antiaderente e versarci dentro la pasta, cuocere a fuoco basso rigirando si continuo la padella
5.    Quando il composto sarà diventato compatto e sulla superficie si sarà formata una crosticina dorata, capovolgere il tutto con l’aiuto di un coperchio o di un    piatto, terminare la cottura dall’altro lato (circa 5 minuti di cottura per lato)
6.    Sollevare la frittata di pasta e poggiarla su un piatto da portata ricoperto di carta assorbente

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

Torna su
NapoliToday è in caricamento