La ricetta napoletana degli "Sciurill imbuttunat"

Una deliziosa frittura tipica napoletana che potrete servire sulle vostre tavole come antipasto o come contorno

E sciurill imbuttunat”, vengono chiamati così a Napoli i fiori di zucca imbottiti, passati in pastella e poi fritti in abbondante olio bollente. Insieme ai crocchè, pastecresciute, arancini, frittatine e scagliozzi, sono tra i fritti più amati e gustosi della tradizione culinaria partenopea. I fiorilli imbottiti possono essere serviti come antipasto o come contorno, l’importante è che siano caldi. La loro particolare forma che ricorda un fiore non ancora sbocciato li predispone per una deliziosa farcitura a base di ricotta, fiordilatte e pepe, che renderà questi fiori di zucca davvero squisiti. NapoliToday vi propone la ricetta tradizionale.

Ingredienti per 4 persone:

  • 10 fiori di zucca
  • 250 gr di ricotta di fuscello
  • 150 gr di fiordilatte di Agerola
  • sale
  • pepe

Per la pastella:

  • 200 ml di acqua ghiacciata
  • 200 gr di farina 00

Per friggere:

  • 1 l di semi di arachidi

Procedimento:

Pulite i fiori di zucca, eliminate lo stelo ed eventuali residui di terra. Tagliate a cubetti il fiordilatte e unitelo alla ricotta fresca. Aggiustate di sale e pepe. Farcite i fiori di zucca con il ripieno e mettete a riscaldare l’olio in un tegame profondo fino alla temperatura di 160°. Preparate una pastella mescolando energicamente con una frusta l’acqua e la farina. Pastellate i fiori di zucca prima di metterli a friggere. Appena si saranno imbiondite, impiattate e serviteli caldi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte della ricetta: “La cucina napoletana” di Eduardo Estatico e Gerardo Gagliardi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

Torna su
NapoliToday è in caricamento