Ricetta delle chiacchiere di Carnevale

Golose e fragranti sfoglie fritte ricoperte di zucchero a velo

Le chiacchiere sono uno dei dolci tipici di Carnevale, con qualche variante (e con nomi diversi) si preparano in tutta Italia e sono sempre molto apprezzate. Buone da gustare da sole, sono ancora più golose se accompagnate da creme come il sanguinaccio, altro dolce tipico di questo periodo.

Se non avete la vostra ricetta di famiglia, ecco la nostra:

INGREDIENTI:

500 gr di farina, 2 uova grandi, 100 gr di burro morbido, 50 ml di limoncello (oppure liquore Strega o marsala), la buccia grattugiata di mezzo limone biologico, 2 cucchiai di zucchero, 1 pizzico di sale, olio di semi per friggere, zucchero a velo per decorare

PREPARAZIONE

Se avete la planetaria, procedente mescolando farina, zucchero, sale, uova, liquore e scorza di limone con la foglia, poi montate il gancio e unite il burro morbido a pezzetti. Fate lavorare finché l'impasto non diventa sodo ed elastico (10-15 minuti). Se occorre, aggiungete ancora un poco di liquore oppure un goccio di latte. Trasferite sulla spianatoia infarinata, lavorate velocemente fino a formare una palla, avvolgete con la pellicola e lasciate riposare un'ora a temperatura ambiente.

Se procedete a mano, setacciate la farina e ponetela sulla spianatoia. Fate un buco  al centro e mettete all'interno le uova, il burro morbido a pezzetti, il liquore, la scorza di limone, il sale e lo zucchero. Impastate con vigore fino a creare un impasto sodo ed elastico. Anche in questo caso, se occorre, aggiungete ancora un cucchiaio di liquore oppure di latte (la consistenza dipenderà anche dalle uova utilizzate). Formate una palla con l'impasto, avvolgetela in pellicola e lasciate riposare per circa un'ora a temperatura ambiente.

Riprendete l'impasto, infarinate leggermente il tavolo di lavoro e ancora una volta potete procedere in due modi.

L'ideale sarebbe utilizzare un tirapasta. Se lo avete, dividete l'impasto in 4-5 parti, stendetele leggermente e poi passatele nel tirapasta fino ad ottenere sfoglie molto sottili.

Se non avete il tirapasta, non vi scoraggiate... potrete ottenere ottime chiacchiere anche stendendo la pasta con il mattarello. Dovrete lavorare fino ad ottenere sfoglie rettangolari e molto sottili, circa 2 mm.

chiacchiere box-2

Una volta pronte le sfoglie, procedete tagliando dei rettangoli con una rondella per pizze dal bordo ondulato. Fate poi un piccolo taglio al centro di ogni rettangolo. 

Intanto, in una padella, portate l'olio (abbondante) alla temperatura giusta per friggere (fate una prova con un pizzico d'impasto, per vedere se siete pronti alla cottura). Immergete delicatamente poche chiacchiere alla volta, rigiratele spesso finché non saranno ben dorate e gonfie (ma attenzione a non bruciarle, cuociono velocemente), Alzatele con un mestolo forato e trasferitele su un vassoio coperto da carta assorbente. Continuate così fino ad esaurimento delle sfoglie.

Lasciate raffreddare le chiacchiere, trasferitele a gruppi sul piatto da portata e man mano spolveratele con lo zucchero a velo, in modo che risultino tutte ben coperte.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    De Magistris: "De Luca vuole far fallire Anm"

  • Incidenti stradali

    Tremendo incidente tra Villaricca e Calvizzano: ci sono feriti

  • Notizie SSC Napoli

    Napoli-Zurigo, San Paolo blindato: in arrivo circa 2000 tifosi svizzeri

  • Politica

    Villa Floridiana, svolta dopo l'incontro tra il Comune e il Ministero: 2 milioni in arrivo

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni (giorno per giorno) dal 18 al 22 febbraio

  • Undici rapine di rolex, arrestato 32enne in trasferta a Torino: il complice morì in un incidente

  • "Mio figlio di 9 anni agganciato da un pedofilo": la storia del neomelodico Torri

  • Maurizio Aiello da Caterina Balivo ricorda lo zio: "E' morto in maniera tremenda"

  • Addio Rita: la giovanissima mamma di due bambini si spegne per un terribile male

  • Reflusso gastroesofageo, cosa mangiare e cosa evitare: i consigli

Torna su
NapoliToday è in caricamento