Assemblea Whirlpool al Castel dell'Ovo: "Grave silenzio del Governo"

 

Si è tenuta oggi pomeriggio l'assemblea pubblica sul caso Whirlpool a Castel dell'Ovo. Si sono riuniti, oltre ai 430 operai licenziati, anche esperti di settore e rappresentanti istituzionali. L'azienda ha comunicato che il 31 ottobre ci sarà la sospensione della produzione e quindi l'ufficialità del licenziamento. Sulla vicenda, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha puntto il dito contro la maggioranza di Governo: "Sono molto preoccupato del silenzio sul caso Whirlpool. Mi sembra di capire che non ci siano più interlocuazioni tra lo Stato e l'Azienda. Non vorrei che questo silenzio anticipi comportamenti pilateschi. Mi spiace che il premier Conte non abbia accettato l'invito pressante giunto dalla città e anche dall'Amministrazione comunale per capire in che modo l'Esecutivo può intervenire su questa vertenza. Ricordiamo che il caso Whirlpool nasce dal fatto che la multinazionale ha stracciato l'accordo sottoscritto un anno fa. Il 31 ottobre ci sarà lo sciopero generale metropolitano a cui il Comune parteciperà". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento